di Boris Malaguti , 26.04.2018

Dal 12 al 15 luglio 2018, anche quest’anno si terrà in Serbia, a Novi Sad, l’EXIT Festival. Si tratta di una delle più importanti manifestazioni musicali del mondo, organizzata per la prima volta nel 2000 da alcuni universitari serbi con l’obiettivo di dare eco ai problemi che stava attraversando tutta la regione dei Balcani.

In quasi 20 anni di attività, il festival è cresciuto notevolmente, grazie ai tanti artisti famosi che vi anno partecipato e alla splendida location scelta dal secondo anno della manifestazione: la Fortezza di Petrovaradin.

In questa località sulle rive del Danubio, si riuniscono ogni anno circa 35000 persone, soprattutto giovani e giovanissimi, che vengono qui per ascoltare gli artisti musicali del momento, ma anche per lanciare a tutto il mondo un messaggio di democrazia e fratellanza.

La musica per la fratellanza e la democrazia

Exit Festival, nonostante sia stato proclamato più volte come “Best Major European Festival” (oltre ad aver ricevuto altri riconoscimenti), ha avuto fin da subito lo scopo di abbattere i confini culturali che spesso separano i popoli, rendendoli lontani quando invece possono convivere in pace. In un paese come la Ex-Yugoslavia, che si è sgretolata a causa dei conflitti interni, l’Exit Festival ha dimostrato che si può convivere tutti insieme, in pace e in democrazia.

Una delle espressioni utilizzate per descrivere il festival è “Dove l’edonismo incontra l’attivismo”, questo perché, dietro grandi ideali, c’è anche una manifestazione che possiamo definire “Commerciale”, in grado di attirare migliaia di persone che pensano però soprattutto a divertirsi.

Uno dei più importanti festival del mondo

In molti casi si usa e “Si abusa” dell’espressione “Uno dei più importanti festival musicali del mondo”, ma in questo caso, l’importanza della manifestazione è stata ampiamente certificata.

L’Exit Festival nel 2006 è stato riconosciuto dal “The Guardian” come il “Miglior festival del mondo” e agli UK Festival Awards ha ricevuto nel 2007 il titolo di “Best Overseas Festival”, ma non finisce qui. Agli European Festivals Awards è stato riconosciuto come uno dei 10 migliori festival dal 2019 al 2012.

I premi e riconoscimenti non finiscono certo qui, inoltre il Festival negli anni è stato nominato da importanti testate giornalistiche come The Times, The Sun e anche la CNN.

L’area del Festival

I concerti si susseguono su diversi palchi, denominati stage, di cui il principale è per l’appunto il “Main Stage”, in grado di accogliere oltre 35.000 spettatori (è qui che si svolgono i concerti più importanti).

Un’altra area diventata ormai molto importante è la “Dance Arena”, di costruzione più recente e in grado di accogliere oltre 25.000 persone. In questa arena si balla tutta la notte e la musica più suonata è l’elettronica.

Molto famosi sono anche l’Explosive Stage, dedicato alle sonorità rock e la “Fusion Stage”, dedicata alle band emergenti.
L’exit festival presenta anche aree minori che possono variare di anno in anno e che sono rivolte ai diversi generi musicali, dal Reggae alla musica latina, dall’urban alla musica trance.

Exit 2018: gli artisti

L’edizione del 2018 ospiterà artisti di primo piano della scena musicale mondiale, tra cui i più noti sono sicuramente David Guetta, Grace Jones e Ziggy Marley. Tra gli altri artisti noti citiamo anche Jax Jones, Slapshot, The Adolescents, Nina Kraviz, Ida Engberg e molti altri.

Chi ha suonato all’Exit Festival
Negli anni l’Exit Festival si dice che abbia ospitato oltre 2 milioni di persone, grazie soprattutto ai grandi nomi della musica che qui si sono alternati. Come non citare quindi Guns N' Roses, Massive Attack, Cypress Hill, Jamiroquai, Gloria Gaynor, Patti Smith, Nick Cave & The Bad Seeds, Manu Chao, Sex Pistols e molti altri.

Biglietti

Per il tipo di festival, il costo del biglietto bisogna ammettere che non è poi così elevato. Una delle offerte per esempio prevede biglietto + alloggio + trasporto dall’aeroporto a 129 euro.

L’ingresso singolo al festival costa circa 110 euro, mentre l’accesso all’area camping costa circa 50 euro, ai quali vanno aggiunti eventuali costi per il noleggio delle attrezzature per il campeggio.

É possibile acquistare anche un biglietto “VIP”, con il quale è possibile accedere ad aree riservate e il cui costo è di circa 270 euro.

Novi Sad

Sicuramente dopo 4-5 giorni trascorsi a ballare e a cantare, si potrebbe trascurare la location, ma questo sarebbe un grande errore. Novi Sad infatti, oltre ad essere è una località molto interessante, dove potersi rilassare passeggiando per le antiche strade della città e gustando le prelibatezze locali.

Tra le attrazioni principali, oltre alla già nota Petrovaradin Fortress, non dimenticate di visitare anche il Danube Park, il museo della Vojvodina e
la Matica Srpska Gallery.

Dove Dormire

Il festival è molto organizzato anche per gli alloggi: ce ne sono molti e a prezzi diversi. Il camping rappresenta probabilmente la miglior soluzione “Qualità-prezzo”, l’ingresso infatti costa circa 40 euro (per tutti i giorni) più eventuali costi per le attrezzature. A Novi Sad troverete anche molti ostelli, i prezzi si aggirano intorno ai 13-15 euro a notte ma sicuramente non sono tra le sistemazioni migliori.
Gli hotel restano la soluzione migliore per dormire, anche se ovviamente i costi aumentano e si aggirano intorno ai 130 euro a notte.

Social Network

Se volete restare sempre aggiornati sull’Exit Festival, di seguito vi riportiamo gli indirizzi internet di tutti i loro canali social ufficiali:

• https://it-it.facebook.com/exit.festival/
• https://www.instagram.com/exitfestival/?hl=it
• https://www.youtube.com/channel/UCa_xJKsllwjLgZ1qkm1aW7g
• https://twitter.com/exitfestival


← Viaggi con bambini: 5 destinazioni per il 2018

Le 10 principali attrazioni turistiche da vedere a New York →