di Giorgia Alto , 23.02.2022

Dopo un lungo e freddo inverno, è normale che ritorni la voglia di viaggiare. E allora quale meta migliore della cara vecchia Europa?

Con l’arrivo della Primavera, le temperature si alzano un po’ ovunque, soprattutto nel sud del vecchio continente. Con il clima più mite, torna la voglia di uscire e di viaggiare, ma dove conviene andare?

Nel sud dell’Europa, con un po’ di fortuna, si può avere un’anticipazione dell’estate, ma anche il Nord non è da scartare. Per esempio, in Scandinavia è un buon momento per osservare da vicino l’aurora boreale, approfittando della fine dell’inverno più rigido.

Se non sapete ancora su quale città debba cadere la vostra scelta, ecco un piccolo aiuto. In questa guida di viaggio, infatti, vedremo quali sono le migliori capitali europee da visitare a marzo.

Atene

Atene è la capitale più antica d'Europa e, nonostante venga spesso scartata in favore delle bellissime isole greche, ha molto da offrire.

Prima di tutto, è ricca di storia. Atene, infatti, può considerarsi la culla della civiltà moderna, grazie anche agli insegnamenti di grandi filosofi come Socrate e Platone, che vissero proprio qui.

Atene è la città perfetta anche se non avete molto tempo a disposizione. Infatti, la maggior parte dei visitatori riesce a visitarla in pochi giorni, o almeno riesce a visitare le attrazioni principali.

Inoltre, se cercate una vacanza più economica, Atene è la meta ideale, grazie ai suoi prezzi abbordabili, soprattutto rispetto alle capitali del centro e del Nord Europa.

Leggi anche “Assicurazione di viaggio per la Grecia”.

Cosa vedere ad Atene

Acropoli: ovvero la parte più antica della città, dove potete ammirare il Partenone.

L'Agorà, la piazza principale di Atene, dove si svolgevano le maggiori attività commerciali e politiche. Il Museo Archeologico Nazionale, che vanta un'incredibile collezione di reperti che vanno dal Neolitico fino al periodo romano.

Leggi anche “5 Musei di Atene assolutamente da visitare”.

La Valletta

La capitale dell'arcipelago di Malta, La Valletta, è il paradiso degli amanti di storia e architettura: la città è infatti una perla dello stile barocco, che si riflette in molti edifici storici.

La Valletta è anche dove Caravaggio visse i suoi ultimi giorni, regalando alla città due dei suoi capolavori, La Decollazione di San Giovanni Battista e San Girolamo Scrivente.

La Valletta è la base ideale per esplorare il resto dell'arcipelago di Malta con le sue meravigliose spiagge.

Cosa vedere a La Valletta

La Cattedrale di San Giovanni Battista, un capolavoro di architettura barocca, che ospita anche le opere di Caravaggio.

Il Palazzo del Parlamento, realizzato dal famoso architetto italiano Renzo Piano, che fa parte del City Gate, il progetto di riqualificazione dell'area dell'ingresso alla città.

I Giardini di Barraka, piccole isole verdi che sorgono sui bastioni della città e da cui potrete godere la migliore vista sulla costa.

Leggi anche “Le 5 spiagge di Malta preferite dai turisti”.

Parigi

Parigi si può considerare uno dei grandi classici quando si parla di capitali europee e, nonostante nel tempo si sia guadagnata la reputazione di "città degli innamorati", non è l'unico motivo per cui vale la pena visitarla.

Parigi ha da sempre attratto artisti, scrittori e bohemian che qui hanno trovato l'ispirazione per molte delle loro opere.

Il modo migliore per visitarla è perdersi tra le sue vie, attraversando i quartieri-villaggio dalla classica atmosfera parigina. Senza neanche accorgervene, vi troverete di fronte a edifici di incredibile importanza storica, disseminati per la città.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per la Francia”. 

Cosa vedere a Parigi

  • Cattedrale di Notre-Dame: nonostante sia stata gravemente danneggiata da un terribile incendio nel 2019, la cattedrale è ancora un incredibile edificio da ammirare.
  • Tour Eiffel, il simbolo di Parigi. Bellissima ammirata anche dal basso (soprattutto quando è accesa). Se avete tempo, salite fino in cima.
  • il Museo del Louvre, così grande da non poterlo visitare in un giorno solo. Imperdibile, ovviamente, la Monna Lisa.

Leggi anche: 

Oslo

La fredda Oslo, capitale della Norvegia, non è una capitale come le altre: la sua particolarità è di essere completamente immersa nel verde.

Quindi, se siete amanti della natura ma volete comunque avere la comodità di essere in una grande città, Oslo è la meta perfetta per voi.

Ma Olso non è solo parchi e boschi: la città è infatti la patria del singolare pittore Edvard Munch, le cui opere sono esposte sia dentro che fuori dai musei.

Leggi anche “Assicurazione Sanitaria di viaggio per la Norvegia”.

Cosa vedere a Oslo

Il Castello di Akershus, il principale simbolo architettonico della città. Inizialmente costruito come fortezza, fu trasformato in un palazzo rinascimentale nel 1600.

La Galleria Nazionale: oltre ad una versione del celebre "Urlo" di Munch, qui potete ammirare opere di artisti diversi come Picasso, Gauguin, e degli impressionisti francesi.

Il Parco Vigeland, letteralmente un museo a cielo aperto. Passeggiando tra i suoi viottoli vi imbatterete nelle incredibili statue di bronzo (ben 212!) dello scultore norvegese Gustav Vigeland.

Leggi anche “I Musei di Oslo più belli e interessanti”.

Reykjavík

Quando si pensa ad una capitale europea, Reykjavík non è certo la prima cosa che viene in mente. Infatti, la capitale della lontana Islanda è una città piccola (conta solo 120mila abitanti), e non particolarmente famosa per l'arte o l'architettura.

Leggi anche “Assicurazione Sanitaria per l’Islanda”.

Perché allora visitarla? La bellezza di Reykjavík sta nel suo paesaggio suggestivo e nell'atmosfera quasi da fiaba. Inoltre, essendo così piccola, è facilissima da visitare: anche se non avete la macchina, potete sempre prenotare un tour.

Cosa vedere a Reykjavík

Leggi anche “Quali sono i Musei di Reykjavik più belli e interessanti?

Chiesa di Hallgrim: la cima di questo edificio dalla forma poco convenzionale è il punto ideale se siete in cerca di una vista a 360 gradi della città.

Quartiere Laugardalur, dove potete prendervi una pausa e riscaldarvi grazie ai bagni termali di Laugardalslaug.

Harpa Concert Hall, uno splendido edificio in vetro, progettato dall'artista Oliafus Eliasson. è la sede dell'Orchestra Sinfonica e dell'Opera. Periodicamente qui vanno in scena spettacoli e concerti.

Leggi anche “Aurora Boreale in Islanda: dove e quando vederla”.


← Pasqua 2022 al mare: 10 destinazioni top

Vacanze di Pasqua: si torna alla normalità? →