di Valentina Salis , 30.06.2017

La Cambogia è un Paese di incredibile fascino, dove potrete ammirare i resti di un’antica civiltà e ambienti naturali pressoché incontaminati. Per conoscere questo Paese non basta un mese di vacanza, e forse neanche una vita è sufficiente per comprenderlo realmente, ma se avete la fortuna di andare in vacanza in questo angolo del Sud Est Asiatico, avete bisogno di una guida di viaggio che vi presenta le principali attrazioni, quelle assolutamente da vedere durante la vostra vacanza.

Prima di lasciarvi alla lettura della guida, vi invitiamo anche a leggere il nostro precedente articolo su “Quando andare in Cambogia per trovare il clima migliore”.

Angkor Wat

Angkor Wat è sicuramente il luogo più famoso di tutta la Cambogia, quello che compare per primo in ogni guida di viaggio e che non poteva non comparire anche nella nostra. Angkor Wat significa in lingua khmer “Tempio della città”, ma oggi è diventato il simbolo della Cambogia e “l’attrazione assolutamente da vedere” per eccellenza. Angkor Wat si trova all’interno del complesso archeologico di Angkor, è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è presente nella bandiera della Cambogia ed è il luogo più visitato del Paese. Il modo migliore per visitare Angkor Wat è partendo da Siem Reap, che si trova a poco più di 10km di distanza. Da qui la cosa migliore è consultare un’agenzia turistica professionale e organizzare l’escursione che vi porterà fuori per almeno un giorno.

Angkor Wat-Cambogia-cosa-vedere

Bayon Temple

All’interno del complesso di Angkor è possibile ammirare diversi antichi edifici, ma uno dei più particolari, e assolutamente da vedere, è sicuramente il Bayon Temple.
Il tempio, citato da numerose guide di viaggio, è oggetto di grande interesse grazie agli oltre 200 volti incisi sulle decine di guglie che circondano l’area. Il volto rappresentato è quello di Avalokiteshvara, considerato un “bodhisattva”, ovvero “illuminato” secondo la filosofia buddista. La visione degli sguardi incisi nella pietra può stimolare sentimenti diversi, dall’inquietudine all’ammirazione, ma come abbiamo detto, una visita a questo tempio è doverosa. Altra attrazione del tempio sono i suoi bassorilievi raffiguranti antichi frammenti del popolo khmer, dalle battaglie alle feste, fino alle scene raffiguranti la vita quotidiana dei cittadini.

Bayon Temple-Angkor Thom-Cambogia cosa vedere

Preah Khan (o Prah Khan)

Non è facile visitare il complesso di Angkor senza perdersi tra i tesori che custodisce, come nel caso di Preah Khan (o Prah Khan). Situato nell’area settentrionale di Angkor, anche per Preah Khan possiamo parlare di un complesso, e grazie alla superficie che ricopre, oltre 130 ettari, è uno dei più grandi di tutto il sito archeologico. Preah Khan è particolarmente noto grazie alla storia e ai ritrovamenti avvenuti nell’area. Partendo dalla sua fondazione, la leggenda narra che qui avvenne un’importante battaglia che vide vincitore Jayavarman VII sui guerrieri Cham. Da qui il nome che tradotto ha assunto il significato di "Spada Sacra”. Preah Khan negli anni è diventato un vero e proprio centro culturale, protetto da mura alte 35 metri e da fossati larghi 40. I ritrovamenti portati alla luce dagli archeologi, come un’importante stele, hanno reso possibile comprendere la storia di questo luogo, che ai tempi del suo antico splendore accoglieva anche 100.000 persone, essendo un vero centro amministrativo ma anche religioso (qui venivano celebrate importanti festività). Durante il vostro viaggio ad Angkor che può durare anche un paio di giorni, non dimenticate di visitare Preah Khan.

Preah Khan-Cambogia cosa vedere

Palazzo Reale di Phnom Penh

Se Angkor Wat è l’attrazione più visitata della Cambogia, il Palazzo Reale è certamente la più visitata della capitale, Phnom Penh. Il complesso, paragonabile al Grande Palazzo Reale di Bangkok, è suddiviso in 4 grandi aree: la “Sala del Trono”, la “Pagoda d’argento” (di cui parleremo più avanti), il Khemarin Palace” e l’inter court. La struttura è stata realizzata per ospitare la famiglia reale, pertanto è recintata e non completamente visitabile, ma questo sicuramente non ne diminuisce il fascino. Durante la vostra visita avrete sicuramente modo di ammirare e apprezzare i vari padiglioni, ma anche se non riuscirete a vedere tutto, ricordate che non potete non visitare la Sala del Trono utilizzata tutt’oggi, e la “Silver Pagoda”.

Palazzo reale Phnom Penh-Cambogia cosa vedere

Silver Pagoda

La Silver Pagoda si trova nell’area sud del Palazzo Reale di Phnom Penh ed è famosa sia come edificio che per il tesoro che custodisce. Al suo interno infatti troverete il Buddha di Smeraldo della Cambogia, una piccola statua ricoperta con migliaia di diamanti. Potrà apparire all’apparenza meno poetica degli affreschi della Cappella Sistema, ma un’attrazione del genere, sarà difficile trovarla in altri luoghi del mondo.

Silver Pagoda-Palazzo reale Phnom Penh-Cambogia cosa vedere

Banteay Srei

Come avrete certamente capito, la Cambogia è in grado di offrire una moltitudine di templi e aree archeologiche da visitare, pertanto non è facile indicare le più interessanti, ma sicuramente una delle attrazioni più particolari è Banteay Srei. Si tratta di un tempio induista a circa 35 km da Siam Reap, raggiungibile in 45/60 minuti (in auto), reso famoso in tutto il mondo, grazie all’arenaria rosa, con cui è stato interamente costruito, e alle sculture che ricoprono l’esterno, ma soprattutto l’interno, degli edifici. Banteay Srei, ritenuto così bello ed elaborato da attribuire la sua costruzione ad un gruppo di donne, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, ed è un sito archeologico molto attrezzato, con un’area parcheggio, un’area shopping, un luogo di ristoro e molti piccoli ristoranti lungo la strada per raggiungerlo. Il tempio induista dedicato a Shiva, è considerato una vera galleria d’arte, un “gioiello dell’arte Khmer”, e testimonia ancor di più che in Cambogia c’è molto da visitare oltre ad Angkor. Ultima curiosità, il nome “Banteay Srei” viene tradotto in occidente con “fortezza (o cittadella) delle donne”.

Banteay Srei-Cambogia cosa vedere

Museo Nazionale della Cambogia (Phnom Penh)

All’interno di un tour tra le principali attrazioni della Cambogia, non potevamo non citare il suo più importante museo. Durante il vostro soggiorno avrete modo di ammirare antiche rovine oggi circondate da alberi e animali, ma prima di visitare “il museo a cielo aperto” che offre la Cambogia, consigliamo di entrare nel museo nazionale. All’interno di questo palazzo, costruito in stile Khmer e dal caratteristico colore rosso, potrete ripercorrere, attraverso i suoi 4 padiglioni, la storia della Cambogia. Il Museo Nazionale custodisce oltre 5000 opere tra statue, ceramiche e bronzi. Particolarmente interessanti sono le statue dedicate alle divinità induiste e alla filosofia buddista.

Tonle Sap

Abbiamo parlato di templi, di città, di siti archeologici e di musei, ma adesso è venuto il momento di parlare di un altro tipo di “Tesoro” per il popolo cambogiano, il Tonle Sap. La tipica lista delle “9 cose assolutamente da vedere in Cambogia” deve includere necessariamente anche il Tonle Sap, un sistema combinato di fiume e lago, fondamentale per la vita degli abitanti della Cambogia. Il Tonle Sap è il più grande lago di acqua dolce del Sud Est Asiatico, è stato dichiarato nel 1997 “riserva della biosfera” dall’UNESCO, ed è una delle zone più ricche di pesci al mondo. Con la pesca in questo lago infatti vengono fatte mangiare circa 3 milioni di persone. La vostra escursione, da prenotare come sempre presso un vero tour operator, comprenderà la visita in barca dell’intera area, oltre che dei caratteristici “villaggi galleggianti” (Chong Khneas, Kompong Phluk e Kompong Khleang), una serie di case costruite su palafitte o zattere. Sempre navigando sul lago, consigliamo anche una breve sosta su un “bar galleggiante”, dove potrete rinfrescarvi, e dirigervi verso la zona dove gli alberi escono dall’acqua. Una visita molto suggestiva, dove non solo potrete osservare un ambiente naturale unico al mondo, ma anche la vita degli abitanti nei villaggi della Cambogia, così lontana dai benefici dell’era moderna. Oltre a questo incredibile lago, vi ricordiamo che la Cambogia offre anche spiagge e isole incredibili. Per saperne di più leggete anche “Vacanza al mare in Cambogia? Scopri le isole e le spiagge più belle”.

Tonle Sap-Cambogia cosa vedere

La danza Apsara

La danza Apsara non è un tempio, una pagoda o un palazzo, ma è di fatto una delle grandi attrazioni della Cambogia. Si tratta di una danza tradizionale rappresentata anche attraverso le incisioni presenti nei templi sparsi nel Paesi. Durante il vostro viaggio non perdete l’occasione di immergervi nell’arte e nella cultura della Cambogia assistendo ad uno degli spettacoli organizzati per i turisti.

Danza Apsara-Cambogia cosa vedere

Assicurazione viaggio per la Cambogia

Chi si reca in una regione del Sud Est Asiatico non può non pensare alla stipula di un’assicurazione viaggio. Diversi possono essere le ragioni per cui i viaggiatori sono portati a scegliere una polizza viaggio: nell’articolo "5 motivi per cui conviene fare un’assicurazione viaggio", spieghiamo che magari alcuni turisti possono essere maggiormente interessati alla necessità di annullare la vacanza, altri invece possono essere interessati all’esigenza di essere coperti nel caso di emergenza sanitaria.
Clicca qui per capire l’offerta dei nostri prodotti.

Immagine di copertina Bayon Temple


← I 5 musei più importanti di Amsterdam

Le migliori escursioni da fare a Koh Samui →