authori

Quando andare in Uruguay: clima, temperature e stagioni

L’Uruguay presenta un clima prevalentemente temperato, con temperature medie simili a quelle delle aree mediterranee: troveremo quindi inverni miti ed estati calde. Fa eccezione la regione a nord del Paese dove i valori sono più elevati e il clima subtropicale. Inoltre, a causa della conformazione del suo territorio, prevalentemente pianeggiante e senza cime elevate, l’Uruguay risente molto dell’influenza delle correnti e dei venti oceanici. Questo comporta, rispetto al clima mediterraneo, precipitazioni più abbondanti e ampiamente distribuite durante tutto il corso dell’anno. In estate, da dicembre a marzo, il caldo può essere molto intenso, con punte sui 38-40° e molto sole. La temperatura, in questo periodo, viene mitigata dalla brezza oceanica e dai non rari temporali pomeridiani. Le temperature medie a Montevideo si attestano tra i 20 e i 30° mentre nell’estremo nord, ad Artigas ad esempio, si registrano valori maggiori (sono possibili ondate di caldo già a novembre) e precipitazioni più copiose. L’inverno, da giugno ad agosto, è tipicamente mite, con temperature minime tra i 7 e i 15°. Questa stagione, specialmente nel sud, può essere particolarmente ventosa e perturbata. Le nevicate sono rarissime, ma sono possibili delle leggere gelate causate dal Pampero, freddo vento proveniente dall’Artide. Le mezze stagioni hanno temperature prevalentemente miti, ma il tempo può essere instabile in termini di vento e pioggia, specialmente in autunno (marzo-aprile).

Quando trovare il clima migliore

Il turismo in Uruguay è prevalentemente di tipo balneare, ne consegue quindi che l’estate, da dicembre a febbraio, sia il periodo migliore per riposarsi e prendere il sole nelle rinomate spiagge di questo Paese. Le temperature possono essere particolarmente elevate, ma se non si teme il caldo ed i prezzi elevati dell’alta stagione il momento giusto per partire è sicuramente questo, specialmente gennaio- febbraio.

Quando costa di meno

Da dicembre a febbraio il tempo è abbastanza stabile e troviamo maggiore affluenza turistica e prezzi più elevati mentre l’inverno uruguaiano( giugno-agosto) è un periodo particolarmente perturbato e ventoso. Un buon compromesso può essere raggiunto scegliendo le mezze stagioni: i prezzi sono contenuti e le temperature miti, anche se ovviamente le precipitazioni sono più frequenti. L’autunno è solitamente più piovoso, quindi si preferisce la primavera, tra ottobre e novembre: sebbene ci sia il rischio di brutte giornate e di pioggia, tendenzialmente il clima risulta più che accettabile, specie a ridosso dell’alta stagione.

Quando NON andare

L’inverno è senza dubbio la stagione meno indicata per soggiornare in Uruguay. Le temperature sono miti, con valori minimi medi attorno ai 7-8°, ma può essere particolarmente perturbato e ventoso, soprattutto nel Sud del Paese. Il periodo da giugno ad agosto è sicuramente il peggiore per andare in vacanza in Uruguay: non ci sono condizioni meteorologiche assolutamente proibitive, ma c’è il concreto rischio di non poter godere nemmeno di una giornata di sole durante l’intero soggiorno.

Temperature medie

  • Gennaio:
    min. 18°/ max 28°
  • Febbraio:
    min. 18°/ max 28°
  • Marzo:
    min. 16°/ max 26°
  • Aprile:
    min. 13°/ max 22°
  • Maggio:
    min. 10°/ max 19°
  • Giugno:
    min. 8°/ max 15°
  • Luglio:
    min. 7°/ max 15°
  • Agosto:
    min. 8°/ max 16°
  • Settembre:
    min. 9°/ max 18°
  • Ottobre:
    min. 12°/ max 21°
  • Novembre:
    min. 14°/ max 24°
  • Dicembre:
    min. 16°/ max 27°

Le Stagioni

In Uruguay il clima è prevalentemente temperato a carattere oceanico, con temperature miti e precipitazioni abbastanza abbondanti distribuite lungo tutto il corso dell’anno. Le stagioni sono ovviamente invertite rispetto a quelle europee, dal momento che l’Uruguay si trova nell’emisfero australe.

Stagione estiva (dicembre-febbraio)

In estate il caldo è generalmente intenso: possono infatti essere raggiunti valori di 38-40°. Le temperature medie a Montevideo si collocano tra i 18°e i 28°, raggiungendo l’apice nei mesi di gennaio e febbraio. Il soleggiamento è buono e abbastanza stabile. Rispetto al clima mediterraneo è una stagione maggiormente piovosa, con temporali pomeridiani brevi ma abbastanza frequenti specialmente nel Nord del Paese. Il caldo estivo, oltre che da questi piovaschi, viene mitigato dalle fresche brezze provenienti dall’Atlantico. L’acqua dell’oceano raggiunge le temperature massime tra gennaio e febbraio, con i 23° registrati a Punta del’Este.

Stagione invernale (giugno-agosto)

I mesi invernali sono caratterizzati da temperature piuttosto miti e un clima prevalentemente perturbato e ventoso. I valori minimi a Montevideo sono di 7-8° mentre le temperature massime si aggirano intorno ai 15°. Le nevicate sono rarissime, ma possono essere registrate delle momentanee gelate dovute alla fredda influenza del Pampero, il gelido vento proveniente dall’Artide.

Stagioni primaverile e autunnale (Settembre-novembre e marzo-maggio)

Le mezze stagioni in Uruguay sono miti ma caratterizzate da un clima particolarmente instabile. Giornate soleggiate si alternano a violente e prolungate precipitazioni, con picchi a settembre-ottobre e marzo-aprile. L’autunno è solitamente il periodo più piovoso: i record annuali di precipitazioni vengono infatti registrati a marzo e, meno frequentemente, ad aprile.

Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima