authori

Quando andare in Giamaica: clima, temperature e stagioni

Il fatto che la Giamaica sia circondata dalle acque calde del Mar dei Caraibi e che si trovi a sud del Tropico del Cancro, rende chiaro fin da subito che il clima di quest’isola sia di tipo tropicale, influenzato, appunto, dal mare e dagli alisei. Perciò le escursione termiche sono scarse non solo durante l’anno (appena 3-4 gradi) ma anche durante il giorno, giusto la presenza delle montagne, che attraversano l’isola, comportano temperature più fresche. In cifre, le massime diurne lungo la costa si aggirano intorno ai 27 e i 30°C e le minime intorno ai 23 e 25°C, soprattutto la sera, per poi abbassarsi nell’entroterra in relazione all’altezza. Infatti, nella zone delle Blue Mountains le temperature sono di poco inferiori ai 20°C per gran parte dell’anno. E’ il caso di sapere come si svolge la cosiddetta stagione delle piogge, ha principalmente due picchi: giugno e ottobre/novembre e sono dunque i periodi dell’anno un po’ più umidi rispetto agli altri, ma la pioggia in genere cade per poche ore, di solito nel tardo pomeriggio è molto facile che il sole splenda per gran parte della giornata (il soleggiamento dura anche 8 ore). Inoltre ci sono un paio di mesi (ottobre e novembre in genere) in cui possono presentarsi gli uragani (in caso contattare l’ambasciata per non incorrere a rischi). Se volete portare le informazioni della guida di viaggio sempre con voi, ricordate che potete anche scaricarla gratuitamente sul vostro telefono.

Quando trovare il clima migliore

La Giamaica, grazie al clima marittimo tropicale, può essere considerata meta delle vostre vacanze in qualsiasi periodo dell’anno. Una giornata tipo su quest’isola ha temperature che si mantengono tra i 27°C e i 30°C, anche vicino alle Blue Mountains oscillano intorno ai 20°C. Ma il periodo ottimale, sia che si voglia visitare le città, andare in spiaggia o compiere escursioni, va da dicembre a maggio. Questo perché sono i mesi in cui le piogge sono più scarse e l’aria è meno afosa, in particolar modo a febbraio e a marzo. Non è detto comunque che a clima migliore corrisponda l’alta stagione, quest’ultima comprende il periodo che va da gennaio ad aprile, se effettuate un viaggio relativamente fuori stagione potrete comunque trovare prezzi vantaggiosi.

Quando costa di meno

Il turismo di quest’isola ovviamente prevede un’alta stagione, è il periodo che intercorre precisamente tra i primi di gennaio e fine aprile, proprio in questi mesi le località turistiche sono invase da turisti stranieri e i prezzi degli alberghi sono più alti. Ma potete raggiungere la Giamaica e risparmiare anche il 40% se considerate di partire nella cosiddetta bassa stagione e non significa trovare brutto tempo. I mesi di maggio, giugno e dicembre presentano un clima ancora ottimale e non afoso, e i prezzi sono decisamente più bassi.

Quando NON andare

In realtà non c’è un periodo che non sia adatto per poter visitare la Giamaica, perché si può dire che sia estate tutto l’anno per via di temperature oltremodo favorevoli con i loro 27-30°C di massima e 23-25°C di minima. Di certo il problema potrebbero essere le precipitazioni, ma fino ad un certo punto, perché si trattano principalmente di temporali che durano anche un’ora, poi il tempo torna a migliorare per il resto della giornata. Magari, i mesi, a cui bisogna prestare attenzione, per non incorrere negli uragani, possibili in queste zone, sono ottobre e novembre. In caso tenersi informati con il meteo per tempo.

Temperature medie

  • Gennaio:
    max 30°C / min 21°C
  • Febbraio:
    max 30°C / min 21°C
  • Marzo:
    max 31°C / min 22°C
  • Aprile:
    max 31°C / min 23°C
  • Maggio:
    max 32°C / min 24°C
  • Giugno:
    max 32.5°C / min 24°C
  • Luglio:
    max 33°C / min 24.5°C
  • Agosto:
    max 33°C / min 24°C
  • Settembre:
    max 32°C / min 24°C
  • Ottobre:
    max 32°C / min 23°C
  • Novembre:
    max 31°C 7 min 23°C
  • Dicembre:
    max 31°C / min 22.5°C

Le Stagioni

Va fatta una precisazione, in Giamaica, come in molte altre zone tropicali, non ci sono le classiche stagioni, questo perché fa caldo tutto l’anno e di fatto l’inverno non esiste, tanto che a gennaio le temperature assomigliano a quelle estive in Italia. Perciò la distinzione principale tra le stagioni sta nella piovosità e nell’umidità dell’aria. Vediamo nel dettaglio.

Stagione secca (dicembre-maggio)

In questi mesi, il tempo predominante è quello che vede spirare sul paese freschi e asciutti alisei da nord-est, con precipitazioni quindi relativamente scarse. Di certo qualche acquazzone è sempre possibile, non dimentichiamoci che il clima è tropicale e questo evento è favorito dalla elevata temperatura delle acque marine che sono una costante fonte di vapore acqueo.

Stagione calda o umida (giugno-settembre)

Da giugno il caldo inizia a farsi sentire, i raggi solari sono più potenti e la formazione di temporali è particolarmente facilitata con conseguente incremento della piovosità, soprattutto nel tardo pomeriggio. I mesi di luglio e agosto sono i più caldi dell’anno, tuttavia la piovosità subisce una lieve flessione e le temperature, nei mesi seguenti, non fanno che salire, con temperature medie intorno ai 28°C, a causa dell’inerzia termica del mare, più lento a scaldarsi della terra ferma. E’ questo processo dell’acqua porta alla stagione delle piogge e al formarsi di uragani intorno ad ottobre.

Stagione delle piogge (ottobre-novembre)

Le precipitazioni sono più frequenti e abbondanti ad ottobre e novembre, nei in cui possono anche esserci degli uragani che investono l’isola. Quindi se pensate di partire in questo periodo dovete tener conto che il tempo non è dei più favorevoli e informatevi in anticipo, consultando le previsioni meteo.

Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima