di Davide Rossi , 24.06.2022

La catena montuosa delle “White Mountains” (in italiano “Montagne Bianche”) si estende per circa un quarto dello stato del New Hampshire, negli Stati Uniti.

Siamo di fronte a una bellezza naturale del tutto fuori dal comune, sede di uno dei parchi naturali più visitati di tutti gli Stati Uniti, il White Mountain National Forest.

Leggi anche “Gli 8 parchi nazionali americani più belli”.

Le montagne della catena fanno parte degli Appalachi Settentrionali, e vengono spesso considerate come le vette più aspre di tutto il New England.

Com’è facile intuire, d’inverno le vette si riempiono di neve, trasformando il paesaggio in un vero e proprio quadro di “montagne bianche”.

La visita al parco-foresta vale la salita ed offre la possibilità di scoprire incredibili bellezze naturali.

Leggi anche “Assicurazione viaggio per gli Stati Uniti”.

White Mountains: le principali attrazioni da visitare

Il paesaggio straordinario delle White Mountains offre ai visitatori più di qualche attrazione particolare.

Primo fra tutte, il parco naturale White Mountains Forest, un tratto immerso nel verde ideale per gli amanti delle avventure all’aria aperta.

Il parco ospita la famosa “Mount Washington Cog Railway”, la locomotiva storica che raggiunge la vetta della montagna più alta di tutto il parco (il Monte Washington).

Durante il percorso, la locomotiva raggiunge una pendenza del 37%, diventando la seconda ferrovia più ripida del mondo.

Chi preferisce camminare a piedi ed esplorare di persona il paesaggio, può testare il percorso per escursionisti chiamato West Rattlesnake Mountain.

Il sentiero attraversa il parco quasi completamente, offrendo una vista perfetta sullo splendido “Squam Lake”.

Il Monte Washington, grazie ai suoi 2000 metri d’altezza, è la vetta più alta delle White Mountains e la seconda più alta di tutta la catena montuosa degli Appalachi. Il monte fa parte del cosiddetto “Presidential Range”, un gruppo di quattro cime dedicate ai presidenti americani: Jefferson, Eisenhower, Adams e Washington.

La stagione invernale, dall’altro lato, si trasforma nel periodo migliore per gli amanti dello sci e degli sport sulla neve. Le montagne si ricoprono di uno strato di neve soffice, ed i rifugi vengono aperti per i visitatori.

Tra le piste da sci più apprezzate, emerge sicuramente quella di Cannon Mountain, accompagnata dalla pista di Loon Mountain e dalla pista Wildcat Mountain.

Eppure, il parco naturale delle White Mountains non è l’unica attrazione degna di nota, il solo luogo d’interesse che vale la pena visitare.

A non troppa distanza rispetto all’ingresso del parco, è situato il particolarissimo Omni Mount Washington Resort.

Questo lussuoso hotel si trova a Bretton Woods, ed è una meta di interesse storico.

Proprio in questo luogo, infatti, si tenne nel 1944 la conferenza di Bretton Woods, un incontro convocato dai principali paesi del mondo per discutere di temi delicati quali la politica monetaria nazionale.

Altra meta affascinante ospitata dalle White Mountains, che merita una visita ravvicinata, è il sito storico dell’Old Man of the Mountain. Questo enorme complesso roccioso, che sembra avere la forma di un volto umano, è spesso considerato come il simbolo di tutto il New Hampshire.

Il periodo migliore per visitare le White Mountains

Il periodo migliore per visitare le White Mountains è sicuramente quello del “Foliage” (o Fall Foliage).

Durante la stagione autunnale, infatti, le foglie degli alberi iniziano a cambiare colore, offrendo uno spettacolo davvero straordinario. Camminare attraverso i sentieri del parco delle White Mountains in questo periodo, significa concedersi un’esperienza senza precedenti.

Solitamente, il Foliage inizia la terza settimana di settembre e termina intorno alla terza settimana di ottobre.

Questo spazio temporale è favorevole anche per ciò che riguarda la temperatura esterna.

Il periodo compreso tra il mese di maggio e quello di ottobre resta il più adatto alle visite escursionistiche. Le temperature non superano mai i 22°C, ma la presenza del sole si avverte durante tutta la salita.

Chi preferisce dedicare il proprio viaggio alla scoperta della neve e delle piste da sci delle White Mountains, non può che scegliere il periodo invernale.

I mesi consigliati in questo caso sono quelli di febbraio e marzo, mentre è preferibile evitare le temperature troppo rigide di dicembre e gennaio.

Le altre attrazioni del New Hampshire

Oltre al paesaggio unico delle White Mountains, il territorio del New Hampshire offre ai visitatori più di qualche attrazione particolare.

Per esplorare la zona nel migliore dei modi, conviene partire dall’esterno della White Mountains National Forest.

A pochi chilometri di distanza, infatti, si trova la Contea di Grafton (zona nord-ovest del New Hampshire). La contea ospita il caratteristico villaggio di Bethlehem, ancora immerso nelle storie del passato. Visitare le piccole case del villaggio e la piazza centrale permette di tufassi completamente nel passato e nella storia del luogo.

Altrettanto vicino, e altrettanto interessante da visitare, è la piccola cittadina di Jackson. Qui si trova il famoso “Jackson Bridge”, uno dei 29 ponti coperti di tutto il New Hampshire.

Negli anni, il ponte è stato soprannominato “Honeymoon Bridge”, perché gli amanti hanno preso l’abitudine di baciarsi sotto le sue assi.

A Jackson si trovano anche le Jackson Falls, enormi sporgenze rocciose e massi particolarmente famosi per la loro forma insolita.

Nel New Hampshire si incontrano stesso strade panoramiche, dedicate alla vista del paesaggio circostante.

Tra le tante, la Kancamagus è sicuramente una delle più affascinanti. Da sola, ospita alcune delle attrazioni più belle del territorio: -

  • Il ponte coperto Albany Bridge
  • La cascata Sabbaday Falls 
  • Il complesso di cascate Champney Falls
  • Il passo Rocky Gorge, una gola dove l’acqua scorre rapida e implacabile

← I Siti UNESCO in Spagna: l’elenco completo

Le Spiagge più belle di Saranda, Albania →