di Valentina Salis , 13.02.2018

Holi, la festa dei colori, è una delle più importanti ricorrenze indiane, celebrata soprattutto nella zona settentrionale. Si tratta certamente di una delle feste più belle del mondo - link - come testimonia il fatto che la festa, seppur con modalità diverse, è conosciuta e replicata anche in Europa e in America.

Ovviamente il Festival dei Colori, l’originale, è molto sentito soprattutto nei paesi dove è più diffusa la religione induista, parliamo quindi del Nepal, del Bangladesh, del Pakistan e ovviamente dell’India.

Oggi per assistere ai veri festeggiamenti per l’Holi bisogna recarsi in India, ma in tutta Europa, e anche in Italia, ci sono molte “Feste dei colori” altrettanto divertenti e suggestive.

Che cos’è l’Holi

L’Holi è una festa legata alla religione induista, durante la quale le persone celebrano la “Rinascita” e “L’amore” in senso lato, non solo quello romantico. La particolarità della manifestazione riguarda l’usanza di lanciarsi polveri colorate e gavettoni, un mix il cui risultato è ritrovarsi il corpo completamente dipinto.

La manifestazione è sconsigliata a chi soffre d’asma o di altre patologie respiratorie, in quanto spesso si viene colpiti dalle polveri colorate anche in viso, pertanto l’utilizzo di occhiali protettivi può essere una scelta vincente.

Cosa significa Holi

Per prima cosa il termine “Holi” significa “bruciare”, ed è stato scelto perché secondo il mito, si celebra la notte in cui venne bruciato il demone Holika. Tale evento simboleggia la definitiva sconfitta del male in favore del bene.

La festa dei colori in sé ha però diversi significati, primo tra tutto quello di “Rinascita” e di buon auspicio, non a caso la ricorrenza cade in primavera. L’Holi però è anche la festa dell’amore universale, della fratellanza e dell’amore romantica. Una delle usanze più comuni, tra innamorati, è colorarsi la faccia a vicenda.

Quando si festeggia l’Holi

L’Holi in india è collegato alle fasi lunari, pertanto non ha una data precisa ma varia di anno in anno. In genere si tende a festeggiarlo a primavera, anche il giorno dell’equinozio, o il primo giorno di luna piena in primavera.
Nel resto del mondo invece l’Holi viene festeggiato in diversi periodi dell’anno, che possono andare da febbraio a settembre, ovviamente nei paesi dove ci sono le condizioni climatiche più favorevoli.

In Italia, in Europa e nel mondo

Come abbiamo già segnalato, la “Festa dei Colori” è diventata un vero e proprio evento globale, festeggiato ormai in quasi tutto il mondo, ma con modalità diverse.

Per prima cosa cambia il periodo, infatti non si segue più il calendario lunare ma si festeggia in luoghi diversi e in date diverse, potenzialmente in qualsiasi periodo dell’anno, basta che ci sia il clima favorevole.

Il festival dei colori sembra che sia stato “Sdoganato” nel 2012, in Germania, da dove è partito un movimento di poche migliaia di persone che è diventato in breve tempo un fenomeno di massa, anche sui social.

Anche in Italia la festa dei colori ha preso piede, diventando un vero e proprio evento itinerante spesso inserito all’interno di altre manifestazioni.

Bisogna però evidenziare che anche se in occidente è sicuramente venuto meno l’elemento religioso, i principi di rinascita, amore e fratellanza sono rimasti alla base di questa manifestazione.

Come vestirsi durante il festival dei colori

Anche se si tratta di polveri naturali e non tossiche, i vestiti che utilizzerete durante questo evento richiede di non poterli più utilizzare. Sicuramente conviene vestirsi di bianco, in questo modo i colori che vi ricopriranno saranno ancora più evidenti. Cercate anche di riparare i vostri occhi e i capelli, soprattutto se li avete lunghi. Dopo la manifestazione i colori potrebbero lasciare il segno per qualche giorno, ma oltre a lavarvi vi consigliamo di utilizzare creme e oli sia per la pelle che per i capelli.

Quanto dura l’Holi

La durata dell’Holi varia a seconda della zona e della città. Ad ogni modo dura almeno 2 o 3 giorni, ma i festeggiamenti possono durare in Asia anche più di 15 giorni.

In Europa e in Italia invece l’evento in se dura 1 giorno, ma è stato trasformato in un tour itinerante che può durare molti mesi.

Assicurazione Viaggio per l’India

L'assicurazione viaggio per la copertura di eventuali spese mediche, smarrimento bagaglio e annullamento é certamente sempre un'ottima idea quando ci si reca in questi paesi che per quanto indubbiamente belli ed estremamente affascinanti sono molto lontani e con una cultura molto diversa dalla nostra. Senza contare che viaggiare sicuri e protetti permette sempre di godersi al meglio la vacanza.

Assicurati di scegliere quella piú adatta a te - Le nostre assicurazioni.


← Cosa devi sapere sul Capodanno Cinese

A New Orleans per il Jazz & Heritage Festival: la guida di viaggio →