Vilnius

560.000 abitanti • Lo Stato senza esercito • dal motto “Unitas, Justitia, Spes”

Tutto quello che devi sapere su Vilnius

La capitale della Lituania è una meta perfetta per un weekend di fuga o come tappa di un tour dei Paesi Baltici. Sa infatti distinguersi dalle capitali vicine per via della sua profonda storia, che la porta oggi ad avere uno dei centri storici barocchi meglio conservati, tanto da aver meritato la salvaguardia dell’UNESCO. La città porta tuttora traccia delle diversi sorti affrontate nei vari periodi storici, e potrete leggerli tutti passeggiando per le sue vie, partendo dal cuore pulsante della città, Piazza della Cattedrale. Ma nonostante un passato ricco e sofferto, Vilnius è anche una città allegra, ospitale, capace di farvi divertire con i suoi festival estivi ma anche rifocillare con piatti tipici dal forte carattere, e che riscaldano nel clima freddo della città. Fatevi incantare da una città al di fuori di ogni cliché: per scoprire Vilnius e tutte le sue sfaccettature, vi basta scaricare la nostra guida completa.

  • Lingua:
    lituano
  • Documenti di viaggio:
    Carta d’identità o passaporto, in corso di validità
  • Moneta:
    euro
  • Cambio:
    - colón
  • Fuso orario:
    + 1
  • Presa di corrente:
    220 V, 50 Hz
  • Vaccinazioni particolari:
    Nessuna
  • Spesa media per dormire:
    50€/g
  • Spesa media per mangiare:
    35€/g
  • Spesa media per volo:
    60€
  • Spesa media per Assicurazione
    18€
  • Prefisso internazionale:
    +370

Quando andare, clima e temperature

  • Quando costa di meno:
    novembre, gennaio
  • Quando costa di più:
    giugno, luglio
  • Quando il clima è secco:
    marzo, maggio
  • Quando piove di più:
    agosto 

Il clima in generale

Vilnius si trova in una posizione più interna all’interno della Lituania, paese pianeggiante affacciato sul mar Baltico. Ne consegue un clima di tipo sub continentale: gli inverni sono piuttosto rigidi, con temperature sia massime che minime sotto lo zero da novembre a febbraio. Se si vuole vedere la città con il suo aspetto invernale, è da preferire febbraio per il maggiore soleggiamento: le nevicate invece sono sempre possibili, e si spingono talvolta fino ad aprile. L’estate in città è fresca, con massime che non arrivano ai 25°C e minime che superano di poco i 10°C: climaticamente, sono le condizioni più gradevoli per visitare la città, mettendo in conto tuttavia il fenomeno dei temporali pomeridiani, che rendono l’estate il periodo statisticamente più piovoso.

Cosa vedere a Vilnius: le principali attrazioni

  • Torre di Gediminas
  • Porta dell’Aurora
  • Chiesa di Sant’Anna
  • Neris
  • Museo delle vittime del Genocidio
  • Tre croci
  • Piazza della cattedrale
  • Palazzo dei Granduchi di Lituania
  • Chiesa dei Santi Pietro e Paolo
  • Vilnius TV Tower
  • Museo Nazionale
  • Vichy Water Park
  • Museo delle Illusioni
  • Vilna Gaon Jewish State Museum

Cosa Mangiare

La cucina lituana è molto corroborante, fatta di piatti sostanziosi e nutrienti. Non per niente, il piatto tipico nazionale, assolutamente da provare a Vilnius, sono le cepelinai: si tratta di favolosi gnocchi ripieni di carne e formaggio, serviti con una salsa a base di cipolla, lardo e panna acida. Se preferite qualcosa di più leggero, molto usate sono anche le zuppe, come quella di barbabietola. Per secondo sono tipici la salsiccia lituana e le costolette al forno, spesso accompagnate da patate. Il dessert, infine, è a scelta tra la zuppa di ciliegie e il budino di mirtilli.

Feste e ricorrenze

  • 1 Gennaio:
    Capodanno
  • 6 gennaio:
    Epifania
  • 4 marzo:
    Giorno di San Casimiro, festa nazionale della LItuania
  • Marzo – aprile:
    Pasqua
  • Estate (ogni cinque anni):
    Festival nazionale della canzone
  • Luglio:
    Festival Musicale
  • Settembre (per tre giorni):
    Festa della città di Vilnius
  • 25 dicembre:
    Natale
  • 31 dicembre:
    San Silvestro

Cosa portare in valigia

Per visitare Vilnius in estate, vi basterà portare dell’abbigliamento non troppo leggero, con qualche capo prettamente estivo nel caso si facciano sentire le correnti meridionali, e invece giacca e foulard per la sera, quando le temperature scendono a 11-13°C. In inverno, invece, è necessario essere attrezzati per il freddo intenso: abbigliamento termico, calzamaglie, sciarpa, cappotto e guanti vi serviranno per fronteggiare le minime fortemente sottozero di questa stagione. Sempre consigliabile poi ombrello e/o impermeabile, viste le precipitazioni non abbondanti ma diffuse in tutto l’anno.

Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima