Machu Picchu

la città perduta degli Inca • una delle Sette Meraviglie del mondo moderno • il cuore della Valle Sacra

Tutto quello che devi sapere sul Machu Picchu

Se state cercando una meta che vi faccia rimanere a bocca aperta e che vi resti nel cuore per sempre, allora Machu Picchu (Perù) è quello che fa per voi. Un complesso monumentale e misterioso arroccato sulle Ande, immerso nel verde e nell’atmosfera surreale delle nubi d’alta quota, con la cima di Huayna Pichu che incombe minacciosa alle sue spalle. Sarà forse per questo che la città perduta degli Inca è rimasta nascosta, inviolata dai conquistadores spagnoli, eterna testimone della magnificenza e della potenza di una grande civiltà precolombiana. Fu solo a inizio ‘900, infatti, che uno studioso di Yale durante uno dei suoi viaggi si imbatté in questo sito miracolosamente intatto e preservato. Da allora, Machu Picchu (in quechua “vecchia montagna”) è diventato uno dei siti archeologici più visitati al mondo, il secondo per estensione, e senz’altro la meta più ambita per chiunque visiti il Perù. E come potrebbe essere altrimenti? Oltre 172 edifici, tra abitazioni, vasche rituali e templi sacri che vi trasporteranno nel mistero di una civiltà ancora in gran parte sconosciuta. E per rendere il vostro viaggio ancora più magico, potete scegliere di arrivare a Machu Picchu a piedi, proprio come facevano i suoi antichi abitanti, ripercorrendo i loro passi e lasciandovi alle spalle secoli di civiltà: attraverso il suggestivo Cammino Inca, infatti, arriverete in città attraverso la sua entrata originaria. Ma prima di varcare la Porta del Sole, assicuratevi di sapere tutto ciò che serve per il vostro viaggio a Machu Picchu, scaricando la nostra guida gratuita e portandola con voi in questo tuffo nel passato.

  • Lingua:
    spagnolo, quechua, aymara
  • Documenti di viaggio:
    passaporto
  • Moneta:
    Nuevo sol peruviano
  • Cambio:
    1.00 EUR/ 3,72 PEN
  • Fuso orario:
    -7
  • Presa di corrente:
    230V – 50 Hz
  • Vaccinazioni particolari:
    Nessuna
  • Spesa media per dormire:
    40 Eur/g
  • Spesa media per mangiare:
    20 Eur/g
  • Spesa media per volo:
    950 Eur
  • Spesa media per Assicurazione
    45 Eur
  • Prefisso internazionale:
    +51

Quando andare, clima e temperature

  • Quando costa di meno:
    Marzo, Aprile
  • Quando costa di più:
    Giugno, Luglio
  • Quando il clima è secco:
    Giugno, Luglio, Agosto
  • Quando piove di più:
    Dicembre, Gennaio, Febbraio

Il clima in generale

Il complesso monumentale di Machu Picchu sorge sulla cordigliera centrale delle Ande peruviane, a ben 2500 metri di quota. Tuttavia la vicinanza con l’Equatore fa sì che il clima non sia eccessivamente freddo: durante tutto l’anno si mantiene pressoché costante, caldo e umido di giorno, più fresco di notte, con temperature che oscillano tra gli 11 e i 24 °C. Per quanto riguarda l’umidità, invece, come per molte zone a queste latitudini, si può distinguere una stagione secca e una piovosa: nei mesi di giugno e luglio le precipitazioni sono quasi assenti, ma in generale da aprile a ottobre si mantengono a valori piuttosto bassi. Da novembre – dicembre a marzo, invece, le piogge si fanno piuttosto abbondanti, anche se si alternano sempre a momenti di luce solare piuttosto intensa. Il periodo migliore per visitare il complesso, quindi, è senz’altro la stagione secca: tuttavia, per chi voglia incontrare meno folla e anche prezzi più convenienti, un buon compromesso può essere nei mesi di aprile e maggio, superata cioè la stagione delle piogge ma ancora fuori dal periodo più richiesto. Per quanto riguarda i mesi piovosi, si potrebbe incorrere in problemi non tanto per Machu Picchu stesso (che resta magnifico in qualunque stagione), quanto per le vie di accesso. È il caso, ad esempio, del suggestivo Cammino Inca, uno degli itinerari a piedi che ad esso conducono: tra dicembre e marzo c’è possibilità di smottamenti e frane dovuti alle piogge, e in febbraio è tenuto chiuso per manutenzione. Anche la ferrovia, altro mezzo d’accesso, in caso di piogge particolarmente forti potrebbe essere soggetta ad interruzioni: ecco perché, se si sceglie questa stagione, conviene limitarsi ai primi di gennaio o a marzo inoltrato.

Cosa vedere a Machu Picchu: le principali attrazioni

  • Intipunku – Porta del Sole
  • Tempio del Sole
  • Tomba reale
  • Tempio principale
  • Intihuatana
  • Phuyupatamarca – vasche cerimoniali
  • Piazza sacra
  • Sagrestia
  • Tempio del Condor
  • Gruppo delle Prigioni
  • Casa dell’Alto Sacerdote
  • Tempio delle Tre Finestre
  • Capanna del custode della roccia funeraria
  • Huayna Picchu

Cosa portare in valigia

Machu Picchu è un’escursione indimenticabile, e per goderla al massimo è bene indossare abiti comodi e scarpe adatte al suolo irregolare. Non mancate inoltre di portare una buona crema solare, per proteggervi durante le lunghe ore di sole necessarie per visitare Machu Picchu: il complesso si trova ad alta quota, e la luce è veramente intensa. Ricordatevi poi che all’interno del sito non è possibile portare zaini con capacità maggiore di 20 litri: ecco perché, se non volete essere costretti a lasciare tutti i vostri beni al deposito bagagli, sarà bene avere con sé una piccola borsa o una tracolla. Attenzione inoltre ad essere già provvisti dei biglietti per Machu Picchu (non vengono infatti venduti in loco) e badate ad avere con voi il passaporto: vi verrà infatti richiesto a prescindere dal documento usato per la prenotazione dei biglietti, e senza di esso non potrete accedere al sito.

Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima