di Giovanna Lucchi , 20.12.2021

Gennaio è un momento perfetto per viaggiare, non solo per trascorrere una piacevole settimana bianca, ma anche per soggiornare in qualche calda meta esotica.

In Italia, gennaio è notoriamente uno dei mesi più freddi dell’anno, caratterizzato dalla neve tanto amata dagli sciatori, dagli ultimi giorni per visitare i mercatini di Natale e da un ritorno a un regime alimentare più moderato.

Il mese di gennaio, in realtà, è anche un buon momento per andare al mare, ma ovviamente non in Italia. All’estero infatti, per esempio ai Caraibi o nel sud-est asiatico, sono tante le località dove trovare la tipica stagione secca caratterizzata da tanto sole e dalle precipitazioni quasi assenti.

Come alternativa al mare o alla montagna, si può sempre partire alla scoperta di qualche bella città straniera o italiana.

A seguito della Pandemia di Coronavirus però, prima di partire bisogna sempre verificare che la destinazione scelta non preveda restrizioni, per questo si deve consultare il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri.

Scopri anche le “Polizze viaggio Columbus”.

Le mete extra-UE incluse nei corridoi turistici Covid-Free

Dal 28 settembre 2021 sono ufficialmente attivi i Corridoi Turistici covid free che garantiscono la massima sicurezza durante tutto il viaggio anche in molte mete extra UE. Le destinazioni Extra UE incluse nell’ordinanza sono precisamente 6:

  • Aruba - Le Maldive
  • Le Seychelles
  • La Repubblica Dominicana 
  • Le isole Mauritius 
  • Sharm el Sheikh e Marsa Alam in Egitto

Leggi anche “Corridoi Turistici Covid Free: mete extra UE dove viaggiare nel 2021”.

Queste sei mete sono l’ideale per trascorrere una vacanza al caldo e fuggire dalle temperature rigide tipiche di gennaio. In questi posti paradisiaci, infatti, a gennaio la temperatura è sempre superiore ai 20 gradi e, in alcuni casi come alle Maldive o nella Repubblica Domenicana, raggiunge facilmente i 30.

Nell’ambito dei Corridoi Turistici Covid free verranno selezionate delle strutture che rispettano tutte le norme di sicurezza e l’intera vacanza (organizzata da tour operator) si baserà sull’attuazione di una serie di misure volte a rispettare il protocollo anti-covid emesso con l’ordinanza del 28 settembre.

Inoltre, al rientro dalla vacanza non sarà necessaria una quarantena, basterà effettuare un tampone molecolare o antigenico 48 ore prima di rientrare in patria ed un altro una volta atterrati in aeroporto italiano.

Siccome si tratta di una situazione in continua evoluzione, si consiglia di consultare sempre le fonti ufficiali prima di prenotare una vacanza e prima di partire.

Si torna a viaggiare negli Stati Uniti

A partire dal giorno 8 novembre 2021, ai cittadini europei è di nuovo consentito viaggiare per turismo negli Stati Uniti.

Le regole, quantomeno quelle rilasciate finora, sono abbastanza semplici.

Sarà infatti necessario possedere un certificato che attesti il completamento del ciclo vaccinale ed effettuare un tampone antigenico o molecolare 3 giorni prima di partire.

Seguendo queste direttive, la quarantena all’arrivo non sarà necessaria.

Leggi anche “Le regole per tornare a viaggiare negli USA”.

A queste semplici regole si aggiungono i documenti che sono sempre stati obbligatori per entrare in USA, ossia il passaporto elettronico e l’ESTA (o, in alternativa all’ESTA, il Visto per gli Stati Uniti).

Questa sorta di “Via libera” (sempre mantenendo le dovute precauzioni) rende l’idea di un viaggetto a New York nel mese di gennaio particolarmente allettante.

In questo mese, infatti, i prezzi di voli e alberghi sono sensibilmente più bassi rispetto a quelli che si trovano solitamente in altre stagioni. Inoltre, durante la prima settimana di gennaio, si respirerà ancora la magica atmosfera natalizia, con le luci di Brooklyn e gli alberi ancora addobbati nelle piazze principali.

Senza dimenticare il fatto che New York innevata ha sempre un fascino irresistibile.

In Italia tra montagna e cultura

In Italia, le scelte per un viaggio a gennaio non mancano di certo. Se si desidera fare una vacanza culturale, le mete sono tantissime e sparse per tutto il territorio.

Un giro della Toscana tra Firenze, Siena e Pisa, ad esempio, è sempre una buona idea.

Oltre ad essere tra le città più belle e più traboccanti d’arte di tutta l’Italia, nel mese di gennaio sono anche più libere da turisti, per cui sarà possibile visitare tutti i musei e i monumenti con molta più calma e senza lo stress delle file infinite.

Ma la Toscana non è l’unica regione ad offrire delle perle: non dimentichiamo le intramontabili Roma, Venezia, Verona, Perugia e Napoli.

In quest’ultima meta, tra l’altro, si troverà anche un clima più mite rispetto alle altre città, e si potrebbe valutare anche una bella passeggiata in riva al mare.

Se invece si desidera passare una vacanza sulla neve, le alternative non mancano.

Leggi anche “Dove sciare in Italia? Le 90 migliori località sciistiche”.

Nelle Alpi orientali troviamo infatti le famosissime Dolomiti, una delle mete italiane più amate dai turisti in inverno.

Qui sarà possibile dedicarsi a tantissimi sport sulla neve, ma anche fare passeggiate, ciaspolate ed andare con i bambini nei bellissimi snowpark.

Altra meta super gettonata per lo sci in Italia è sicuramente Courmayeur, dove c’è il Monte Bianco, ossia la vetta più alta di tutte le Alpi.

Il suo comprensorio vanta oltre 100 km di piste sciistiche e la sua funivia potrà portarvi fino a 3500 metri sopra il livello del mare.

Leggi anche “Cosa vedere in Valle d’Aosta, in estate o in inverno”.

In Europa con il Green Pass

Parlando di posti innevati, un’altra idea per una vacanza a gennaio potrebbe essere in una delle capitali europee che sono aperte al turismo, qualora il viaggiatore sia in possesso del Green Pass.

Ne è un esempio Vienna, che a gennaio è splendida. Oltre ad essere innevata è anche svuotata dai tanti turisti e si può quindi visitare con più calma.

Un’altra meta interessante è sicuramente Amsterdam, dove a gennaio è ancora in corso l’Amsterdam Light Festival, in occasione del quale i canali di questa romantica città vengono illuminati dai migliori artisti olandesi, regalando un effetto idilliaco.

Infine, perché non valutare un giro culturale in Spagna o in Francia, dove sarà possibile rifugiarsi dal freddo pungente nei bellissimi bistrot o nei famosissimi musei di Madrid e di Parigi.

Qui, inoltre, i primi di gennaio sarà ancora aperta la pista di pattinaggio vicino agli Champs Elysées. 

Leggi anche “Musei a Parigi: le alternative al Louvre”.


← ESTA: cos’è e come richiederla

Andros Barrier Reef, Bahamas: la guida di viaggio →