di Valentina Salis , 11.09.2017

Come ogni anno, una delle più antiche tradizioni nord americane torna a riunire parenti e amici attorno all’immancabile tacchino ripieno: stiamo parlando del Thanksgiving Day, una delle celebrazioni più sentite nel Nuovo Continente. Da trascorrere rigorosamente in casa e mai al ristorante, il Giorno del Ringraziamento viene tradizionalmente festeggiato ogni quarto giovedì di novembre: calendario alla mano, la data designata per il 2017 è il 23 novembre. In Canada, invece, il Thanksgiving Day viene festeggiato il secondo lunedì di ottobre.

Leggi anche: Quando è il Giorno del Ringraziamento

Cosa si festeggia il giorno del ringraziamento


Il Thanksgiving Day per gli americani è l’occasione per ringraziare per quanto ricevuto durante l’anno appena trascorso e, in generale, per ciò che si ha: la vita, i parenti, gli amici, la salute e così via. L’origine di questa cerimonia viene associata ai Padri Fondatori della colonia di Plymouth, che nel 1621 decisero di riunirsi per pranzo e ringraziare Dio per l’abbondanza del raccolto, ottenuto tra l’altro dopo un inverno particolarmente rigido.
Il menu di quel primo Giorno del Ringraziamento? Il tacchino ripieno, ovviamente, accompagnato da salsa di mirtilli, patate dolci e torta di zucca. La tradizione gastronomica si è perfettamente conservata nei secoli, con qualche piccola variante geografica che premia le specialità locali. Questa celebrazione fu poi resa ufficiale in tutti gli Stati Uniti d’America nel 1863 da Abramo Lincoln, convinto che avrebbe aiutato a riunire e riappacificare il Paese: da quel momento, milioni di famiglie americane si ritrovano ogni anno nella propria casa con amici e parenti, esattamente con lo stesso spirito di convivenza e unione di allora.

Leggi anche: Cos'è il Giorno del Ringraziamento e cosa si festeggia

Thanksgiving a New York

Una delle più belle celebrazioni del Thanksgiving Day si svolge a New York: celebre è infatti la parata dei Grandi Magazzini Macy’s, una sfilata di carri allegorici lungo tutta la Sixth Avenue. Giunta alla sua 89ma edizione, la sfilata prevede decine di carri allegorici colorati, che partono alle nove del mattino dall’Upper West Side, accanto a Central Park, percorre Broadway attraversando Times Square per fermarsi poi alla 34ma strada di fronte ai Grandi Magazzini Macy’s.
La parata è famosa in tutto il mondo, con i suoi colori e i suoi palloni aerostatici giganti, e richiama milioni di turisti ogni anno, pronti a tutto per aggiudicarsi i posti migliori per assistere allo spettacolo.

È fondamentale quindi prenotare per tempo: i prezzi di voli ed alberghi si impennano proprio a ridosso del Thanksgiving, anche per via del Black Friday e del Cyber Monday immediatamente successivi.

Cosa fare il giorno del Thanksgiving a New York


Se vi trovate a New York per un viaggio di piacere proprio per il Thanksgiving, non potete assolutamente perdervi la parata. Il consiglio è quello di prendere posto il più presto possibile, dal momento che le strade vengono letteralmente prese d’assalto già dalle sette. Dei punti più “strategici” da cui assistere alla parata sono Time Warner Centre, Central Park West e l’intervallo tra Central Park South e la 38° strada lungo la Sixth Avenue.
Una soluzione alternativa è quella di prenotare in uno dei tanti ristoranti a vetrate che si affacciano proprio sulla Sixth Avenue: si può ammirare la sfilata in tutta comodità, lontano dalla folla e al riparo da condizioni meteo eventualmente avverse, facendo colazione e gustando il brunch offerto nella struttura per tutta la mattinata. Se invece siete a New York per far visita a dei parenti, ricordate che la famiglia è sacra, almeno nel Giorno del Ringraziamento: vi aspettano la tradizionale abbuffata a base di tacchino e un’atmosfera quasi natalizia. Quanto alla parata dei Macy’s, potrete guardarla comodamente in tv con amici e parenti come vuole la tradizione.
In serata poi si può passeggiare per le vie di Manhattan addobbate a festa, ammirando la Grande Mela con tutte le sue luci e i suoi colori: il Top of the Rock, il celebre punto panoramico in cima al Rockefeller Center, per il Thanksgiving Day è aperto eccezionalmente fino a mezzanotte.

Leggi anche: Black Friday a New York

Il Black Friday 2017

Il Black Friday è il venerdì che segue la Festa del Ringraziamento ed è diventato celebre come una giornata speciale di saldi, in cui i maggiori colossi commerciali del mondo propongono offerte incredibili.
Il 24 novembre, quindi, tenetevi pronti ad assistere a code chilometriche davanti agli stores principali di New York, presi letteralmente d’assalto da migliaia di persone in cerca dell’affare migliore. Abbigliamento, elettronica e telefonia sono i settori più gettonati, ma gli sconti incredibili riguardano qualsiasi tipo di prodotto. I negozi più affollati a New York sono i Grandi Magazzini Macy’s, il mondo dei giocattoli Toys R Us e l’Apple Store. Ovviamente il Black Friday si festeggia in tutti gli Stati Uniti, in cui anche molti uffici sono chiusi per l’occasione, ma è recentemente arrivato anche in Europa, Italia compresa, grazie soprattutto ad Amazon, il colosso dello shopping online.

Leggi anche Black Friday: cos'è, la storia e come funziona

Cyber Monday

Offerte veramente incredibili si registrano anche il lunedì successivo, il cosiddetto Cyber Monday: sconti pazzeschi su prodotti di elettronica di qualsiasi tipo. Se vi trovate a New York non prendete impegni fino a lunedì 27, potreste tornare con i prodotti che avete sempre sognato ad un prezzo incredibilmente vantaggioso.
L’ultimo consiglio è quindi quello di comprare una valigia in più per il ritorno… ovviamente in saldo!

Assicurazione viaggio per New York

Chi ha intenzione di andare negli USA per il Thanksgiving può pianificare il viaggio sin da ora, tenendo in conto la spesa per il volo e l’hotel. Nel budget può essere inserita anche la spesa per l’assicurazione viaggio che in un Paese come gli Stati Uniti potrebbe sicuramente tornare utile in caso di emergenza sanitaria o anche in altri casi, come ad esempio lo sfortunato caso di annullamento o perdita del bagaglio.
Per maggiori dettagli su come funziona una polizza viaggio, invitiamo i nostri lettori a leggere l’articolo “5 motivi per cui conviene fare un’assicurazione viaggio” in cui forniamo esempi pratici sulle coperture previste dai nostri prodotti.


← Guida ai migliori outlet a New York

Cosa vedere a Valencia? Scopri le 10 attrazioni più importanti →