di Andrea Pepe , 04.11.2015

Se è vero il detto "Paese che vai usanza che trovi", scopri con noi curiosità e sorprese che l'estero può riservarti.

Ecco alcuni esempi di leggi locali a seconda dei Paesi:

1. Thailandia

Si rischia l'arresto se, su richiesta delle autorità, non si è in grado di presentare, un documento di identità. Per legge infatti, è necessario portare sempre con sé un valido documento di riconoscimento. Va ricordato anche che la Thailandia dispone della legge di lesa maestà ed è assolutamente vietato fare qualsiasi commento diffamatorio, sia esso online o attraverso altri canali pubblici, sulla famiglia reale. La pena prevista può arrivare fino a 15 anni di carcere. Per maggiori informazioni sulla Thailandia, clicca qui.

2. Stati Uniti d’America

Le leggi federali vietano di fumare negli aeroporti, nelle strutture di assistenza ai minori, nelle scuole materne, elementari e secondarie. Per i luoghi pubblici ed i luoghi di lavoro, i divieti di fumare in pubblico variano a seconda dei singoli Stati. Va tenuto a mente che il divieto di fumare è esteso talvolta anche a parchi o altre aree all'aperto. Nella città di New York, lo Smoke Free Air Act è stato esteso a parchi, spiagge, campi da golf e stadi. Chiunque si trovi con una sigaretta accesa in uno degli oltre 1700 parchi della città di New York o in una delle sue spiagge, rischia una multa di 50 dollari.

3. Emirati Arabi Uniti

Qualora venissero importati medicinali per uso personale, questi devono essere corredati da una ricetta medica. L'elenco completo dei medicinali che necessitano una ricetta medica è disponibile sul sito: www.uaeinteract.com/travel/drug.asp Va ricordato anche che l'introduzione di droghe leggere, anche in quantitativi corrispondenti o inferiori alla quantità di uso personale, è punita da un minimo di 4 anni fino alla pena di morte (per maggiori info www.viaggiaresicuri.it/?emirati_arabi_uniti).

4. Messico

Esercitare attività considerate di carattere politico è vietato agli stranieri. L'articolo 33 della Costituzione messicana consente al Governo di espellere i cittadini stranieri con procedura immediata, senza possibilità di appello o richiesta di sospensione.

5. Paesi dell’Unione Europea

Se desideri spostarti nei Paesi dell'UE con una somma pari o superiore a €10.000 in contanti, è necessario mettersi in contatto con le autorità doganali del Paese nel quale intendi recarti. I Paesi dell'UE limitano anche il numero di prodotti a base di tabacco e alcol. Per questi prodotti sono previste delle soglie indicative riportate dalla Carta doganale del viaggiatore scaricabile dal sito www.agenziadoganaemonopoli.gov.it

Di facile lettura, la Carta doganale del viaggiatore è divisa in due parti – viaggi da/verso Paesi extracomunitari e viaggi nell'ambito dell'Unione Europea – e riporta tutte le informazioni necessarie per lo sdoganamento dei beni che più frequentemente i turisti portano in vacanza.

Sei un viaggiatore ora più consapevole dei rischi? Siamo certi di sì...


← Feed

Come riconoscere gli italiani all'estero? →