di Davide Rossi , 29.07.2021

La Nazionale italiana guidata da Roberto Macini ha vinto l’Europeo 2020, giocato però nel 2021, ma già si parla della prossima avventura: il Mondiale Qatar 2022.

Se il 2021 ha regalato il primo campionato europeo itinerante, il Mondiale 2021 presenterà la prima edizione giocata in inverno.

Complice la posizione geografica del Qatar, che renderebbe praticamente impossibile giocare a calcio in estate, il Mondiale del 2022 si giocherà tra novembre e dicembre, proprio durante i vari campionati di calcio.

Vista la particolarità dell’evento, e sulla scia dell’entusiasmo per la vittoria dell’europeo, molti italiani stanno già programmando un viaggio in Qatar per assistere dal vivo all’evento. Per chi ha paura di prenotare il viaggio in anticipo, ricordiamo che Columbus offre anche l’Assicurazione Annullamento viaggio con copertura in caso di malattia causata dal Covid-19.

Per saperne di più, è possibile leggere la pagina dedicata “Special Covid-19”.

Gli Stadi del Qatar per la Coppa del Mondo 2022

Manca circa un anno all’apertura dei battenti del Campionato Mondiale di Calcio 2022. Un evento molto atteso, sia per potersi godere lo spettacolo sportivo, ma anche per la curiosità che aleggia intorno l’organizzazione della manifestazione.

In vista di quest’occasione, il Qatar, luogo in cui verranno disputate le partite, ha attuato una serie di progetti di riqualificazione del territorio e delle infrastrutture. Saranno infatti otto gli stadi dei Mondiali del Qatar 2022. Sette di essi saranno costruiti da zero, mentre uno subirà una ristrutturazione.

Queste opere stanno tenendo impegnati da anni migliaia di operai e di addetti al settore, con un occhio di riguardo verso l’aspetto della climatizzazione. Il Qatar è un territorio molto caldo, con temperature che si aggirano sui 40 gradi nei periodi estivi. Ogni stadio sarà quindi dotato di impianti di climatizzazione all’avanguardia per contrastare il problema.

Una corsa contro il tempo con l’obiettivo di accontentare i tanti tifosi che arriveranno da ogni parte del mondo, ha dato vita a stadi moderni e dotati di ogni comfort.

Cerchi un’assicurazione viaggio? Ricordiamo che le polizze viaggio Columbus sono valide anche se ci si reca nel Qatar per assistere ai mondiali di calcio. Si l’assistenza medica che l’annullamento viaggio prevedono coperture anche in caso di malattia dovuta al Covid-19.

Stadio internazionale Khalifa

Lo Stadio internazionale Khalifa è l’unico stadio dei Mondiali del Qatar 2022 a non essere costruito dalle fondamenta. Inaugurato nel 1976, dal 2017 ha cambiato aspetto, grazie a lavori che ne hanno aumentato la capienza.

Stadio Al-Bayt

Lo Stadio Al-Bayt è situato nella città di Al-Khor, sarà anche sede delle semifinali. La struttura esterna richiama le tende dei beduini, la popolazione autoctona dei Paesi Arabi.

Stadio Al-Janoub

Lo Stadio Al-Janoub è una vera e propria arena, imponente e suggestiva. Questa impressionante struttura è stata progettata da Zaha Hadid ed è stata costruita con materiali locali e tradizionali.

Education City Stadium

L’Education City Stadium si trova all’interno di un campus Universitario, e ricorda la struttura di un diamante, riflettendo la luce del sole sul perimetro circostante.

Stadio di Al-Rayyan

Lo Stadio di Al-Rayyan si trova nel cuore di un’importante area archeologica del Qatar, praticamente al confine con il deserto.

Stadio di Al-Thumama

Molto particolare è senza dubbio lo Stadio di Al-Thumama, la cui struttura è ispirata al copricapo arabo tradizionale, la kefiah.

Stadio Ras Abu Aboud

Stadio Ras Abu Aboud rappresenta una vera e propria sfida dal punto di vista ecologico, l’edificio, infatti, è stato costruito con l’utilizzo di container e materiali di riuso.

Lusail Iconic Stadium

In ultimo, segnaliamo il Lusail Iconic Stadium, forse il più importante di tutti. Questo, infatti, è lo stadio scelto dall’organizzazione sia per dare il via ai Mondiali 2022, sia per giocare la finale e assegnare la Coppa del Mondo del Calcio.

lo stadio adibito all’inaugurazione e alla finale dei Mondiali del Qatar 2022.

Qatar: cosa vedere nel paese che ospiterà i mondiali 2022

Fra una partita e l’altra, il Qatar ha il modo di accogliere i visitatori con bellezze storiche, naturali ed artistiche. Si tratta infatti di una nazione caratterizzata da un grande patrimonio culturale, disseminato in tutto il territorio, dal deserto, fino alle spiagge cristalline del Golfo Persico.

Per chi preferisse la modernità, le città con i loro nuovi grattacieli all’avanguardia, sono il posto adatto. Sono molte le attività che si possono svolgere durante i Mondiali 2022 in Qatar, eccone un esempio.

Visitare siti archeologici di Al Zubarah

Al Zubarah è il luogo ideale per fare un tuffo nel passato e scoprire la vera storia del Qatar. Costruito nella prima metà del ‘900, è la massima rappresentazione della tradizione marittima del Paese.

Fare un viaggio nella modernità delle città

Il Qatar è famoso per le sue imponenti e moderne città, di cui Doha, la capitale del Qatar, ne rappresenta il perfetto esempio Doha. Famosa per la sua isola artificiale, The Pearl, è degna di nota anche per il Museo di Arte Islamica, che conserva reperti provenienti da tutto il mondo.

Rilassarsi e prendere il sole sulle spiagge incontaminate

Nel Qatar non ci sono solo città, ma anche spiagge incantevoli. Purple Island è una di queste e deve il suo nome ad un’antica fabbrica di tinture viola che aveva qui sede.

Molto famosa è anche Fuwayrit Beach, ideale per gli appassionati di snorkeling e per coloro che non amano i luoghi troppo affollati.

Viaggio in Qatar: quali documenti servono?

I documenti per entrare in Qatar per un viaggio turistico, si limitano a un passaporto in corso di validità e con scadenza non prima dei 6 mesi. Occorre poi dimostrare di avere un biglietto di ritorno per entrare nel Paese.

Il visto turistico ha validità massima di 90 giorni. Nel caso in cui si trattasse di un viaggio di affari, è preferibile avere una lettera di invito ufficiale, rilasciata da uno sponsor. In questo caso il visto avrà durata massima di 30 giorni.

Dal 2016 è previsto un visto di transito che va dalle 5 alle 96 ore, utile nel caso di lunghi scali in aeroporto.

Qatar: il clima tra novembre e dicembre

In funzione delle elevate temperature presenti in Qatar, i Mondiali 2022 sono stati fissati tra novembre e dicembre per poter godere di una condizione climatica più mite (per quanto il Paese lo permetta).

I mesi di novembre e dicembre sono, infatti, il periodo migliore per visitare lo Stato, considerando che le temperature si aggirano intorno ai 27°, contro i 40° estivi. Tra novembre e dicembre non sono previste precipitazioni, per tale ragione risultano essere i mesi perfetti per organizzare un viaggio in Qatar, così come per giocare a calcio.

Un’umidità non troppo alta e la quasi totale assenza di piogge rendono il clima idoneo.

In generale il clima è uniforme su tutto il territorio. Non sono presenti gradi escursioni fra la parte costiera e quella dell’entroterra. Gli inverni in Qatar sono miti, mentre le estati sono torride.

Il periodo migliore per visitare il Paese è proprio quello invernale, in cui le ore di luce giornaliere cono circa 11, mentre il mare presenta la temperatura ideale per un bagno.

La temperatura dell’aria potrebbe invece scendere la notte, pertanto è consigliabile essere equipaggiati con indumenti adatti a ripararsi dal sole durante il giorno e dal freddo durante la notte.

Tags

qatar2022


← 10 Curiosità sugli Europei di Calcio

21% Sconto Annuale Multiviaggio per celebrare la vittoria dell’europeo →