di Davide Rossi , 09.07.2021

Il luogo per una vacanza perfetta è quello che puoi raggiungere in ogni periodo dell’anno e sai che non ti deluderà né ti annoierà mai. Questo è il caso del gruppo montuoso del Monte Civetta, che offre sia d’estate, sia d’inverno, la possibilità di vivere l’incontro con una natura incontaminata a persone d’ogni età.

L’unico obbligo per poter ritenere il Monte Civetta una destinazione perfetta per una vacanza è quello di amare la natura e le tante attività che può offrire. La cima più alta di questo gruppo montuoso, ovvero il Civetta raggiunge quota 3218 metri, e ha il fascino di appartenere alle Dolomiti di Zoldo, in provincia di Belluno.

D’inverno offre discese indimenticabili per gli amanti dello sci e dello snowboard, d’estate si può percorrere in bicicletta, a piedi, in arrampicata. Per vivere in pieno lo spirito della montagna, sarebbe ideale pernottare in uno dei rifugi presenti ad alta quota: il più basso è a quota 1714 metri.

Anche per i bambini il Monte Civetta può essere vissuto con grande divertimento, due esempi? Per prima cosa possiamo segnalare Ally farm, 4000 mq per esplorare, toccare e annusare in libertà insegnando a riscoprire il profondo legame dell’uomo con la natura.

Un’altra attrazione apprezzata da famiglie e bambini è poi il Civetta Adventure Park, che trasforma il bosco in un gradevole parco divertimenti.

Dove si trova e come raggiungere il Monte Civetta

Il gruppo montuoso Monte Civetta si trova in provincia di Belluno e fa parte delle Dolomiti di Zoldo. Si tratta di una località facilmente raggiungibile sia in macchina, sia in treno che in autobus.

A tal proposito, segnaliamo la “Civetta ski shuttle”, un servizio navetta economico che permette di raggiungere la zona del Monte Civetta dagli aeroporti di Venezia e Treviso o dalla stazione ferroviaria di Venezia Mestre.

Le vie ferrate

Monte Civetta è molto amato anche da chi pratica l’arrampicata. Esistono infatti numerose vie ferrate che è possibile percorrere godendo di panorami mozzafiato.

Uno dei percorsi più noti è certamente la “Parete delle pareti”.

Il versante nord del Monte Civetta è stato addirittura soprannominato “Parete delle pareti” dagli alpinisti, grazie proprio ai numerosi itinerari di arrampicata tra cui scegliere.

Una via ferrata molto famosa, ma anche molto difficile, è la ferrata degli Alleghesi: permette di arrivare a quota 3218 metri ma richiede una preparazione atletica, conoscenza dei movimenti e buona capacità di orientamento.

Punta tissi e Punta civetta

Punta Tissi (2992 metri) e Punta Civetta (2850 metri) sono tappe di avvicinamento alla vetta più alta, il Monte Civetta (3218 metri). Se il Monte Civetta rappresenta sicuramente il punto più panoramico, arrivarci in arrampicata non è per niente facile, ci sono punti più attrezzati, altri meno, ma per chi intende arrivare in cima le due punte rappresentano i passaggi obbligati prima del traguardo finale.

Dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO

Alto 3218 metri, il Monte Civetta sorge nel cuore delle Dolomiti, ed è uno dei siti dichiarati patrimonio dell’umanità nel 2009 dall’UNESCO, perché area geologica di inestimabile valore paesaggistico e naturalistico.

Qui sono state ritrovate anche delle iscrizioni rupestri che risalgono probabilmente ai primi anni della Roma imperiale, a ricordarci che questi luoghi di una bellezza incomparabile, rimangono i testimoni silenziosi delle millenarie vicende umane.

Leggi anche “Patrimonio UNESCO in Italia: i siti più belli”.

Il Monte Civetta in inverno

72 km di piste sulle Dolomiti con 22 impianti di risalita: Monte Civetta è il luogo perfetto per chi ricerca una vacanza invernale in un comprensorio sciistico, dove unire il relax al divertimento.

Oltre alla possibilità di sciare sia per i principianti che per i più esperti, grazie alla presenza di alcune piste nere come la famosa discesa libera “Frappe” della Coppa del Mondo.

Un’altra attrazione degna di nota sono le piste illuminate per una sciata notturna: 5 km di discese fantastiche servite da una cabinovia aperta fino alle 23 per provare il brivido dello sci notturno.

Leggi anche “Dove sciare in Italia? Le 90 migliori località sciistiche”.

Il Monte civetta in estate

La montagna anche d’estate sa offrire una vacanza a regola d’arte. Il paesaggio cambia completamente perché alla neve bianca e fredda si sostituisce una rigogliosa e colorata natura. Le temperature non sono gelide ma neanche calde come in città.

Il Monte Civetta in estate è permettere di osservare da vicino una natura quasi incontaminata, partecipando a divertenti escursioni accessibili anche alle famiglie.

Il magnifico Lago del Coldai, alle pendici del Monte Civetta, d’estate diventa il luogo ideale dove praticare windsurf, vela, canoa o kajak, in alternativa si può anche pescare: tra le sue acque si può catturare del pesce di ottima qualità.

Per chi ama passeggiare o fare trekking ci sono molti itinerari: dai più facili, adatti a qualsiasi età, a quelli più impegnativi. Bellissime le escursioni che è possibile organizzare con una guida ambientale per apprezzare la ricchezza della flora e della fauna del territorio.


← Isole Baleari: quale scegliere per l’estate?

Graciosa, Azzorre: bellissima e sconosciuta al turismo di massa →