di Giovanna Lucchi , 10.03.2021

Zanzibar, Bali, Koh Samui, Aruba e Bora Bora: 5 incredibili mete esotiche che è possibile visitare anche in estate.

L’inizio di un nuovo anno è il momento ideale per pianificare le vacanze e molti italiani devono necessariamente scegliere i mesi estivi per concedersi qualche giorno in più, soprattutto chi vuole volare verso una meta lontana.

Nonostante le coste italiane siano tra le più belle al mondo, sono in pochi a resistere al fascino dell’esotico, contornato da strutture di lusso a prezzo più accessibili, località esclusive e luoghi isolati per trascorrere il tempo circondati dalla natura.

In questa guida di viaggio, presentiamo 5 tra le più belle mete esotiche sparse nel mondo, da visitare anche in estate.

Zanzibar, Tanzania

Zanzibar vive la sua stagione secca tra l’inizio di giugno e metà ottobre, dopo le grandi piogge primaverili. Il clima è mite, con oltre i 25 gradi di giorno e i 20 di notte che possono far vivere splendide giornate in spiaggia e fresche nottate.

In questo periodo si presenta il Kuzi, un gradevole vento che soffia sull’isola per la gioia degli amanti del kitesurf. L’estate a Zanzibar si traduce con una grande affluenza di turisti italiani ed europei ma non bisogna spaventarsi, che si scelga la zona di Nungwi, di Kendwa o Kiwengwa, le ampie spiagge e i numerosi resort dell’isola possono accogliere tutti.

I mesi di luglio e agosto sono poi i mesi ideali per fare un safari. L’umidità della stagione delle piogge è ancora presente a vantaggio della vegetazione, e le due cose attirano gli animali selvatici.

Leggi anche “Safari in Tanzania: la guida di viaggio”.

Immancabile anche una visita a Stone Town, la parte vecchia della capitale dell’isola, e ai suoi locali e mercati.

Leggi anche:

Bali, Indonesia

Bali è uno splendido angolo di Paradiso situato nei mari indonesiani, appena a sud dell’Equatore. L’isola è una meta amatissima dai turisti di tutto il mondo per il perfetto equilibrio di natura, mare e spiagge incontaminate, occasioni di divertimento e visite a templi antichi di bellezza unica.

Leggi anche “8 Importanti templi di Bali assolutamente da vedere”.

L’estate di Bali coincide con l’estate dell’area mediterranea, e questa è la stagione indubbiamente ideale per concedersi una vacanza in questo luogo dal soprannome suggestivo: Isola degli Dei.

Anche se la tentazione potrebbe essere quella di abbandonarsi soltanto al benessere di giornate intere passate su una spiaggia color cipria, Bali offre molte attrazioni.

Per esempio, potete visitare i templi buddisti di Tanah Lot, visitabile solo in barca, e Uluwatu, la Foresta delle Scimmie dove si può interagire con gli animali (perfetto quindi per una visita con i bambini) e i Giardini Acquatici di Tirta Gangga, meravigliosa sequenza di terrazzamenti con stagni e piante tropicali dove si possono ammirare specie autoctone di carpe e pesci.

Leggi anche: 

Koh Samui, Thailandia

Koh Samui è una delle isole più conosciute della Thailandia, una meta da vivere tutto l’anno nonostante offra qualcosa in più durante l’estate.

La Thailandia vive la sua alta stagione nei mesi per noi invernali, e molti turisti vengono scoraggiati dal visitarla in Estate per il timore di incorrere in piogge incessanti e clima umido. Non è così: Koh Samui è gradevolissima anche in estate e se si è pronti a tollerare qualche acquazzone di breve durata, si può godere delle sue bellezze a prezzi più bassi.

Oltre alla celebre spiaggia Chaweng, attrezzatissima e perfetta per essere vissuta con i bambini, le spiagge di Bophut e Bangrak, situate nella parte settentrionale dell’Isola sono meno affollate e turistiche. Di giorno si può optare per alcune escursioni nell’interno dell’isola: una visita al Secret Buddha Garden e alle cascate di Na Muang, dove si può fare anche il bagno.

La sera invece, basterà scegliere un qualsiasi ristorante o locale e farsi trascinare dall’atmosfera allegra di Koh Samui.

Leggi anche:

Aruba, Caraibi

Aruba è una piccola isola sotto la dipendenza dei Paesi Bassi sospesa nel Mar dei Caraibi a nord del Venezuela. Il suo clima è perfetto durante tutti i mesi dell’anno, non sarà quindi difficile vivere un’esperienza da sogno anche nei mesi estivi.

L’Isola è letteralmente disseminata di spiagge famose per la loro sabbia bianchissima e per le piccole baie incontaminate, alcune più romantiche altre più adatte per le famiglie, con noleggi per l’attrezzatura da snorkeling, jet-skii e kite-surf.

Aruba è disseminata di meraviglie naturali e di santuari per uccelli e altri animali.

Leggi anche “Tutto quello che devi sapere su Aruba".

Bora Bora, Polinesia Francese

Bora Bora è la perla dell’Oceano Pacifico, nonché una delle mete più ambite della Polinesia Francese. A Bora Bora si soggiorna quasi sempre in resort di lusso composti da una serie di bungalow sospesi sul mare turchese, tipico delle coste dell’isola.

Le barriere coralline attirano ogni anno centinaia di amanti dello snorkeling e delle immersioni subacquee che esplorano i fondali della laguna fino al mare aperto.

La conformazione geofisica di Bora Bora è molto peculiare: è infatti composta da una serie di estremità rocciose ricoperte di sabbia (i motu) e dall’entroterra dove si trovano una serie di villaggi. Il più grande di questi è Vaitape, dove in una serie di negozi si possono acquistare le famose perle nere e l’artigianato locale. Nei giorni in cui si vuole trovare un’alternativa alla vita da spiaggia, è possibile camminare fino a circa tre terzi dell’altezza del monte Otemanu o prenotare una sessione di nuoto con gli squali, oppure ancora fare pesca d’altura, se appassionati.

Tags

Zanzibar


← Ring Road, Islanda: itinerari e attrazioni

Viaggiare al tempo del Coronavirus: consigli e precauzioni →