di Maria Novella Vitucci , 09.06.2016

Europei di calcio 2016: ecco una guida completa alle città francesi che stanno per ospitare i campionati europei di calcio dal 10 giugno al 10 luglio.
Da Nizza a Lione, da Bordeaux a Parigi vi suggeriamo cosa fare e cosa vedere per questi tanto attesi Europei 2016. 24 squadre, dieci stadi, dieci città e 51 partite: questi sono i numeri degli Europei 2016, l’evento sportivo che insieme alle Olimpiadi di Rio scandirà la nostra estate. Per chi è un appassionato di calcio, la Francia diventa una meta obbligatoria quest’anno.
Per chi invece ama i vini, l’arte e la cultura francese, gli Europei 2016 possono essere anche una buona scusa per visitare questo affascinante angolo del Vecchio Continente.
Ecco quindi una semplice guida su cosa fare e vedere nelle città francesi di Euro 2016.

Le città di Euro 2016

Audrey Hepburn disse un tempo: “Parigi è sempre una buona idea". La nostra Audrey forse non immaginava che la Francia fosse molto più di Parigi con i paesaggi fiamminghi di Lille e la bellezza mediterranea di Marsiglia.
Tutti i consigli – o almeno quasi tutti – sulle cose da scoprire nelle città sedi del campionato grazie alla nostra guida.

Bordeaux

Considerato dal New York Times come il 52mo luogo da visitare nel 2016, Bordeaux è la capitale del vino e città ideale per chi desidera trascorrere la vacanza sperimentando una deliziosa degustazione di vini. Situata in Aquitania, regione nel sud ovest della Francia, la città è piena di locali – soprattutto in Rue Parlement Saint-Pierre - dove si può apprezzare la grande varietà del vino francese. Prima però dell’appuntamento con la bevanda nazionale, è d’obbligo una passeggiata sulle rive del fiume Garonna ed immergere i piedi a Miroir d’Eau a Place de la Bourse. Per chi ama il buon vino, Bordeaux è la città della vita goliardica nella nostra guida. Il fischio d’inizio è previsto alle 18.00, sabato 11 giugno, al Nouveau Stade de Bordeaux per la partita Galles - Slovacchia.Bordeaux - Francia

Lens

Situata a circa 28 km da Lille nel Nord della Francia, la città ha visto l’apertura del museo del Louvre-Lens nel 2012 costruito su una ex-miniera di carbone. La costruzione del museo ha classificato la città come un sito ritenuto patrimonio UNESCO. Solo per questo status, vale la pena includere Lens come tappa da non perdere nella top ten della nostra guida alle città protagoniste di Euro 2016. Per gli amanti del calcio, si inizia con Albania-Svizzera, ore 15.00, sabato 11 giugno.

Lille

Molto vicina al confine con il Belgio, Lille è una città incantevole nel Nord della Francia. Famosa per la Grande Braderie de Lille che si svolge a settembre (mercati di strada aperti 48 ore su 48, Lille è la meta perfetta per gli appassionati di prelibatezze come cialde, cozze e patatine fritte. A chi non bada alla dieta in vacanza, la nostra guida consiglia - dopo un pasto abbondante – di vagare per il Palais des Beaux Arts, uno dei più grandi musei di belle arti della Francia e perdersi tra i capolavori. Domenica 12 giugno pronti a tifare per Germania-Ucraina, ore 21.00

Lione

Terza città più grande della Francia, Lione ha esattamente quello che serve per immergersi nello spirito della cultura francese. Uno dei buoni motivi per visitare Lione è perdersi per le strade del quartiere di Les Brotteaux, situato tra il Rodano e la stazione ferroviaria. Il quartiere ospita Les Halles, un mercato alimentare al coperto fatto di circa 50 bancarelle che vendono ogni sorta di prelibatezza. Il mercato deve essere una tappa obbligatoria nella nostra guida per via dell’enorme varietà di cibo offerto: dai banchi di ostriche alla vendita di prodotti più semplici. Italiani pronti a cantare l’inno lunedì 13 giugno per la partita Belgio – Italia ore 21.00?Lione - Francia

Marsiglia

Dicono che sia la rivale di Parigi. In grado di competere con la capitale francese per la sua vivace personalità, Marsiglia sa essere casual e trendy. Fiore all’occhiello di questa città di mare, ricca di monumenti e musei da vedere, è il Vieux-Port (Porto Vecchio) dove si possono apprezzare performance di musicisti di strada e street – dancer. Per chi si stanca presto del ritmo cittadino, è sempre possibile fare una gita ai Cassis calanques, ovvero quel tratto di costa che si estende per 20 km tra Marsiglia e Cassis caratterizzato da una ventina di cale tra cui quella di Goudes, Callelongue e Port-Miou.
L’appuntamento è per sabato 11 giugno, Inghilterra-Russia, ore 21.00

Nizza

Snob ed elegante, Nizza è la città dove è possibile combinare una vacanza al mare ad una vacanza culturale. È possibile ammirare una delle migliori spiagge di ghiaia in Francia e St Jean Cap Ferrat, a soli 25 minuti da Nizza, è uno dei posto più romantici della costa sudorientale francese. Da non perdere una passeggiata sulla Promenade des Anglais: il lungomare di Nizza che si estende per 4 km e caratterizzato da alcuni punti di attrazione turistica tra cui l’Hotel Negresco, espressione dell’architettura art-déco e la Chaise de SAB, l’imponente scultura in ferro realizzata nel 2014 dalla scultrice nizzarda Sabine Geraudie. La prima partita che la città ospiterà è Polonia- Irlanda del Nord, domenica 12 giugno ore 18.00.

Parigi

La magia di Parigi sta nella vivacità della sua anima: poliedrica e romantica, è una città che ha diversi buoni motivi per essere visitata. Le viste panoramiche sono ad esempio una ottima ragione: dal ristorante Jules Verne, situato sulla Torre Eiffel, è possibile godere di una vista mozzafiato. Anche le passeggiate lungo le strade di ciottoli medievali della riva sinistra dove si trova l’albero più antico di Parigi piantato nel 1601 rappresentano uno dei buoni motivi nella nostra guida per prenotare una vacanza in questa città. Per i profondi conoscitori della storia francese, Parigi non potrà mai avere una guida esaustiva per via della sua storia troppo immensa.
Con Euro 2016 si parte con la partita Turchia-Croazia, domenica 12 giugno alle ore 15.00.

Saint – Denis

Situata a circa 10 km da Parigi, questa città medievale è famosa per essere stato un luogo di sepoltura reale, capitale della rivoluzione industriale e cuore della classe operaia. Nella nostra guida, da non perdere è la visita alla Basilica costruita in onore di Saint – Denis, il primo vescovo di Parigi. La città ospiterà la cerimonia d’apertura di Euro 2016, seguita dalla partita Francia-Romania venerdì 10 giugno, e la finale.

Saint – Etienne

Per chi sceglie una visita a Saint – Etienne, nella nostra guida non poteva mancare una passeggiata per Place Jean Jaures passando per Place de la Hotel de Ville e Place du Peuple e la visita alla Cattedrale di Saint Charles. A partire dal 17mo secolo, la città divenne importante per le miniere di carbone. Fissato a martedì 14 giugno, ore 21.00, l’appuntamento con gli Europei per la partita Portogallo - Islanda.

Tolosa

Conosciuta anche come la città rosa (Ville rose), Tolosa è la città degli studenti: le tante piazze della città sono il luogo d’incontro della migliore gioventù. La Place du Capitole è la piazza più famosa da cui partono le numerose stradine per esplorare la città. Per chi vuole aggiungere un tocco esotico al soggiorno, la nostra guida suggerisce di visitare il rilassante giardino giapponese nei pressi del centro congressi.

Tolosa - Francia

Prima della partenza

Tricolore, maglia azzurra e tutti i gadget possibili ed immaginabili per supportare la nostra Nazionale devono essere rigorosamente messi in valigia insieme ad un’assicurazione viaggio per difenderti dal rischio di atti terroristici. A seguito degli attentati di Parigi del 13 novembre scorso, il livello di allerta è molto alto: per maggiori informazioni è possibile consultare la scheda dedicata alla Francia sul sito del Ministero degli Affari Esteri. Per ulteriori dettagli sulla copertura medica in caso di attentato terroristico, leggi anche Attentato a Bruxelles: cosa copre la tua assicurazione viaggio?


← Cosa fare a ferragosto 2016: 8 idee originali per la tua vacanza

Olimpiadi 2016: il tour di Rio de Janeiro durante i Giochi Olimpici →