di Giovanna Lucchi , 20.07.2021

Nel 2021 gli Europei di Calcio, così come le Olimpiadi di Tokyo, sono arrivati in ritardo di un anno, a causa della Pandemia di Covid-19 e delle conseguenti misure di sicurezza.

Giocatori e amanti del calcio hanno dovuto un anno attendere per poter vedere finalmente le squadre in campo, rafforzando ancora di più il desiderio di unirsi e festeggiare insieme. Inoltre, per gli Europei è stata inaugurata una nuova organizzazione delle partite. Per la prima volta nella storia, infatti, gli Europei di calcio non si sono giocati in un unico stato, ma in città diverse.

Il 2021, ha visto il primo “Europeo Itinerante”, una vera manta per gli amanti dei viaggi. La storia degli Europei nasconde tantissime curiosità e aneddoti come questo, piccoli avvenimenti che si sono susseguiti nel corso degli anni e che hanno contribuito a rendere questo evento sportivo uno dei più sentiti in assolto.

Le curiosità riguardano, in misura diversa, tutti i Paesi d’Europa, ognuno con i propri racconti e abitudini di gioco.

1 - Record di presenze

Il giocatore ad aver collezionato il numero più alto di presenze agli Europei è Gigi Buffon. Il portiere della nazionale italiana, e della Juventus, ha giocato ben 58 volte, portando alto l’onore dell’Italia.

2 - Doppia vittoria

L’unica nazione ad essere riuscita a vincere per due anni consecutiva è la Spagna. I calciatori della Spagna, che vanta alcuni trai club più blasonati come Barcellona FC e Real Madrid, hanno trionfato sia nel 2008, sia nel 2012.

3 - Le Nazioni sparite

Quando il Campionato Europeo è stato giocato per la prima volta, le tre nazioni ad essere arrivate in finale furono l’Unione Sovietica, la Jugoslavia e la Cecoslovacchia. Ciascuna di queste tre nazioni oggi non esiste più, quasi come se il primo campionato europeo sia da considerarsi “Nullo”.

4 - La Coppa

Il nome affidato alla tanto acclamata Coppa degli Europei è “Coppa Henri Delaunay”, in onore del segretario UEFA che per primo ipotizzò il Campionato. Purtroppo, Henri morì prima dell’edizione di apertura e non ha mai potuto sollevare la Coppa. Oggi, la Coppa pesa quasi 12 kg ed è realizzata interamente in argento finissimo.

5 - Record di goal

La partita degli Europei in cui sono stati segnati più goal risale al 6 Luglio 1960. Si sfidavano Francia e Jugoslavia, che riuscirono a portare a termine ben 9 goal (5 per la Jugoslavia e 4 per la Francia).

6 - La vittoria della Danimarca

Il trionfo della Danimarca agli Europei del 1922 è rimasto nella storia come una delle vittorie più inaspettate in assoluto. La Nazione non avrebbe dovuto neanche giocare, presero il posto della Jugoslavia a causa di una penalità, e fu avvisata solo 10 giorni prima dell’inizio della gara. Nonostante il breve preavviso, la Danimarca vinse sotto gli occhi sorpresi del resto d’Europa.

7 - La Tripletta

In tutta la storia degli Europei solo tre giocatori sono riusciti a portare a termine una tripletta. Ci sono riusciti solo Villa, Platini e Van Basten.

8 - L’invenzione del Cucchiaio

Il primo rigore “A cucchiaio”, tirato seguendo questa precisa tecnica, appartiene proprio agli Europei. In particolare, la partita d’interesse si è svolta il 20 giugno del 1976, quando la Germania Ovest è arrivata in finale contro la Cecoslovacchia.

Sepp Maier è passato alla storia come il primo portiere ad aver subito il “Colpo del cucchiaio”.

Ovviamente i tifosi italiani ricordano il cucchiaio di Francesco Totti segnato con la nazionale nel 2000, sempre durante gli Europei, contro l’Olanda.

9 - La vittoria dell’Italia

Prima del 2021, l’ultima vittoria degli Italia ai Campionati Europei risale al 1968. Quello che molti non sanno però, è che quella vittoria fu in parte voluta dalla fortuna. Il 5 Giugno del 1968, quando venne giocata la semifinale tra URSS e Italia, la partita finì 0-0 nonostante i supplementari. Per decidere chi avrebbe portato a casa il titolo di finalista fu lanciata una monetina, un franco francese. Quando l’arbitro lanciò la moneta la prima volta si incastrò, ma la seconda volta finì col decretare la vittoria dell’Italia.

10 - Record per la velocità

Il record per il goal più veloce degli Europei, quello che ha richiesto meno tempo per essere portato a segno, spetta al calciatore Russo Dmitri Kirischenko. Durante la partita Russia-Grecia del 2004, riuscì a segnare a soli 67 secondi dall’inizio.

Il secondo posto è di Lewandovski, che nella partita Polonia-Portogallo del 2016 segnò dopo 100 secondi.


← Gli stadi di calcio più belli del mondo

Mondiali del Qatar 2022: la guida di viaggio →