di Giorgia Alto , 25.09.2020

23 Settembre, Milano, Dall’aeroporto di Linate è partito alle ore 10 il primo volo Alitalia denominato “Covid free” direzione Roma Fiumicino, una soluzione replicata alle 17 con un altro volo.

Questa novità, non di poco conto, segue la sperimentazione iniziata il 16 settembre nel Lazio che prevede 2 voli al giorno verso Milano.

Come funziona il volo Covid-Tested

Definita come una “Sperimentazione”, i voli “Covid-tested” da Milano a Roma verranno effettuati dal 23 settembre al 15 ottobre, mentre i voli da Roma a Milano saranno prenotabili dal 16 settembre al 16 ottobre.
Riportando quanto dichiarato dalla compagnia aerea:

Il test antigenico rapido o il tampone molecolare che ti ricordiamo essere completamente gratuiti — prosegue il vettore — potranno essere effettuati nelle 72 ore precedenti l’imbarco oppure direttamente il giorno della partenza presso gli aeroporti di Roma Fiumicino o Milano Linate”.

Come effettuare il test direttamente a Linate

Se decidete di voler effettuare il test direttamente in aeroporto, a Linate, dovrete presentarvi almeno un’ora e mezzo prima della partenza e recarvi al “Box area test Covid-19”, che si trova nei pressi della Porta 2, Area 1, nell’area dedicata ai Check-In.

Cosa succede in caso di esito positivo del test

Chi dovesse risultare positivo al primo test, effettuato con un prelievo di tampone naso faringe, non potrà prendere il volo e dovrà effettuare un tampone molecolare. L’esito del secondo tampone verrà atteso in isolamento.
Per conoscere il risultato del primo test, il tempo di attesa previsto è di 30 minuti.

Come prenotare un volo Covid-Tested

Prenotare un volo “Covid free” o “Covid-Tested” è molto semplice.

Basta recarsi sul sito di Alitalia e compilare i campi richiesti come avete sempre fatto.

Una volta raggiunta la schermata per scegliere il volo, compariranno le indicazioni relative ai voli Covid-Tested.

Come abbiamo anticipato, la sperimentazione dei voli covid-test riguarda solo le tratte che collegano le città di Roma e Milano.

Lo screening preventivo cambierà le abitudini dei viaggiatori?

Lo screening preventivo effettuato sui viaggiatori dei voli Alitalia interessati, potrebbe essere un passo in avanti verso la prevenzione del contagio da Covid-19. Se i risultati della sperimentazione verranno ritenuti soddisfacenti, è logico pensare che si proverà a ripetere l’esperienza anche per altri voli nazionali.

In attesa del vaccino per il Coronavirus, lo screening preventivo potrebbe essere il modo migliore anche per limitare i casi di “Virus da importazione”, ovvero provenienti da altri Stati, come è purtroppo avvenuto questa estate.

L’assicurazione viaggio “Copertura Covid-19”

Il settore più colpito dalla Pandemia da Coronavirus è stato senza dubbio quello dei viaggi, ridotti drasticamente sia per le restrizioni imposte dai vari stati, durante la fase 1 del contagio, sia per la paura di ammalarsi.

Columbus Assicurazioni ha compreso fin da subito l’esigenza di dover aggiornare la propria polizza viaggio per far fronte alla nuova emergenza, e così è stato.

Dal primo giugno 2020, infatti, le coperture per la polizza “A - Assistenza Medica” valgono anche in caso di contagio da Covid-19”.

Per saperne di più su prezzi e coperture, potete visitare la pagina dedicata “Assicurazione viaggio A-Assistenza Medica”.


← Red Sea Coral Reef: la guida di viaggio

Viaggiare all’estero a ottobre: quali paesi si possono visitare? →