di Andrea Pepe , 04.01.2018

L’Australia Day è una festa nazionale che coinvolge tutte le città del Paese, anche se i turisti (e non solo) si recano dove ci sono gli eventi più grandi, ovvero Sydney e Melbourne. L’Australia Day ricorre ogni anno il 26 gennaio, portando con sé eventi, concerti, parate, fuochi d’artificio ma anche polemiche. Sí perché la storia dell’Australia è fatta di colonialismo, di criminalità, ma anche di oro e appunto di indipendenza.

Al di là di tutto, resta il fatto che il 26 gennaio è un giorno che coinvolge tutti, sia grandi che bambini.

La storia della festa

L’Australia è stata formalmente scoperta dal capitano James Cook, precisamente il giorno 22 agosto del 1770, ma non si trattava di un paese disabitato, bensí di una terra dove gli aborigeni vivevano da 60.000 anni.
Nel 1788, il 26 gennaio, la Gran Bretagna dichiarò formalmente l’inizio della colonizzazione dell’Australia, che come tutti sanno, inizialmente fu “utilizzata” come colonia penale.
Nel corso dei decenni, la data del 26 gennaio fu ampiamente discussa, in quanto ritenuta poco rappresentativa come festa nazionale, ma nonostante questo, il giorno non venne cambiato, anche se fu accettato in via definitiva, da tutto il Paese, solo nel 1994. Ancora oggi però, i discendenti delle popolazioni aborigene continuano a contestare questa data.

La festa

Durante l’Australia Day non mancano concerti, eventi e parate, ma questo giorno, molto sentito dagli australiani, è in genere vissuto in famiglia e con gli amici. Il 26 gennaio infatti, girando per le coste dell’Australia e per i suoi parchi, incontrerete tantissime persone intente a rilassarsi sotto il caldo sole estivo, alle prese con il loro barbeque e con una buona birra. Trascorrere il 26 gennaio in Australia, è sicuramente il modo migliore per conoscere i veri australiani.

Australia Day Harbour Parade

Come in ogni grande festa australiana che si rispetti, il centro di tutto è il Sydney Harbour, dove vi consigliamo di assistere anche ai festeggiamenti per il Capodanno (Leggi anche “Capodanno a Sydney: la vigilia e i fuochi d'artificio”).
Il 26 gennaio potrete assistere qui all'Australia Day Harbour Parade, un’incredibile parata dove però al posto dei classici carri, sfilano barche decorate per l’occasione. La più bella verrà insignita della nomina di “Best Dressed Vessel”.

Sydney Festival

Il 26 gennaio cade in concomitanza con il Sydney Festival, un’interessante manifestazione musicale a cui partecipano musicisti anche di fama internazionale. Non dimenticate di consultare il programma, sicuramente troverete qualche concerto a cui assistere.

Fuochi d’artificio

Gli Australiani sono famosi in tutti il mondo per i loro fuochi d’artificio, e non parliamo solo di quelli di Sydney per il 31 dicembre. L’Australia Day è un’altra ottima occasione per assistere ai fenomenali fuochi pirotecnici australiani, non solo a Sydney ma anche in altre località, come per esempio Brisbane, Perth e Melbourne.

Gli aborigeni e l’Invasion Day

La colonizzazione dell’Australia è paragonabile per certi versi a quella degli Stati Uniti. Se nel grande continente americano furono i nativi americani (gli indiani) ad essere cacciati con la forza dalle loro terre, qui furono gli aborigeni a subire una sorte molto simile. Ecco che quindi sono in molti (non solo aborigeni) a ritenere l'Australia Day un giorno “Nefasto”, ribattezzato “Invasion Day”, proprio a simboleggiare la sofferenza che portò l’invasione da parte di un popolo straniero.

Nonostante il 26 gennaio sia ormai una festa nazionale, sono in tanti a chiedere ancora che venga scelta un’altra data, un giorno che possa simboleggiare meglio la pace, l’unità e la convivenza tra popoli diversi.

Assicurazione Viaggio per l’Australia

L’Australia è un Paese lontano e in quanto tale recarsi dall’altra parte del mondo senza un’assicurazione viaggio in grado di offrire protezione durante la vacanza può essere molto pericoloso. La copertura per spese mediche costituisce la garanzia principale in una polizza viaggio, ma non bisogna dimenticare che anche la copertura per il bagaglio e l’annullamento sono importanti quando si viaggia.
Per maggiori info sull’importanza dell’assicurazione viaggio, vi invitiamo a leggere il nostro articolo "5 motivi per cui conviene fare un'assicurazione viaggio".


← Chi prenota la vacanza a gennaio, risparmia a ferragosto?

A Pasqua cerchi il caldo e il mare? Ecco dove andare →